89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Decreto salva debiti: definiti i prestiti per pagare i debiti delle PA

pubblicato da il 2 aprile 2013
Decreto salva debiti: definiti i prestiti per pagare i debiti delle PA

Ormai ci siamo, l’atteso decreto salva debiti sta per diventare realtà. Il provvedimento, resosi necessario alla luce delle ricorrenti insolvenze delle PA che hanno mandato sul lastrico soprattutto un gran numero di piccole e medie imprese, permetterà agli enti locali sprovvisti di liquidità in cassa di avviare i pagamenti. L’operazione prevede un piano complessivo di 40 miliardi di euro articolato in due anni, in modo da estinguere 20 miliardi di debiti nella seconda metà del 2013 e altrettanti nel 2014.

Piano però con l’euforia perché non tutto sarà sbloccato subito. A disposizione ci saranno immediatamente non più di 3 o 4 miliardi, mentre altri 6 o 7 verranno sbloccati entro il prossimo giugno. Nel frattempo le PA dovranno comunicare le esigenze effettive con fatture alla mano e chiedere le relative autorizzazioni per ottenere l’importo corrispondente. Gli enti potranno inoltre specificare eventuali esigenze in termini di liquidità per cui chiedono l’accesso al prestito agevolato a 30 anni e al 3%, attualmente allo studio del Ministero dell’Economia. A questo prestito, finanziato tramite l’emissione di titoli di Stato articolata in un paio d’anni, potranno ricorrere anche le Regioni autorizzate a sforare il tetto alla spesa corrente.

Dunque qualcosa finalmente si muove e, cosa non meno importante, sembra che l’intera operazione si svolgerà nella più assoluta trasparenza. Le associazioni imprenditoriali hanno infatti chiesto che venga privilegiato il principio del silenzio-assenso da parte delle amministrazioni chiamate a comunicare la certezze delle fatture e, in ogni caso, le imprese potranno consultare sul sito del ministero l'elenco delle fatture in pagamento. In questa maniera saranno agevolati anche i piccoli subfornitori che potranno conoscere in tempi utili se il loro committente, creditore nei confronti delle PA, ha ottenuto lo sblocco delle somme ed è quindi a sua volta nella condizione di saldare gli arretrati dei suoi partner privati.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy