89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Rata minima

Per rata minima si intende l'importo minimo che un debitore è tenuto a rimborsare al creditore. Solitamente si ricorre a questa soluzione in presenza di pagamenti periodici continuativi, come accade nel caso delle carte revolving.

Se il contratto di finanziamento prevede la corresponsione di una rata minima, il debitore è tenuto a versare obbligatoriamente una cifra maggiore o uguale a quell'importo. La previsione di un pagamento minimo è fatta dall'istituto di credito per garantirsi la copertura di parte del credito concesso. In particolare fissare una soglia minima per i pagamenti del debitore è utile per assicurarsi l'incasso integrale della quota di interessi calcolata sul capitale prestato.

La presenza di rate minime è frequente nei finanziamenti concessi attraverso delle carte di credito di tipo revolving. In questo caso la banca mette a disposizione del proprio cliente una somma di denaro che si ricostituisce man mano che il debitore rimborsa la quota di cui ha usufruito. Il debitore può scegliere la modalità di rimborso che preferisce, optando per il versamento a saldo dell'intera cifra spesa oppure per un rimborso graduale, attraverso il versamento di rate mensili calcolate con un importo fisso o in percentuale della spesa. Se il debitore ha scelto di rimborsare gradualmente il capitale utilizzato attraverso la carta revolving è probabile che il piano di rimborso preveda il pagamento di un importo minimo mensile.

Vota la voce del glossario:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Con Facile.it puoi confrontare i migliori finanziamenti e richiedere velocemente e online un preventivo di prestito secondo le tue esigenze.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Tutte le finanziarie

Guide ai prestiti

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy