89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Serie A e B in TV: differenze tra Sky e Mediaset Premium

pubblicato da il 23 agosto 2013
Serie A e B in TV: differenze tra Sky e Mediaset Premium

Telecomandi roventi per gli appassionati di calcio, pronti ad incollarsi al divano per seguire le partite di Serie A e Serie B, così come i campionati stranieri e le coppe europee. Il menu calcistico di Sky e Mediaset Premium non è mai stato così ricco e, tra anticipi, posticipi e coppe, il rischio è di trascorrere l’intera settimana ad osservare il pallone che rotola. Dalla TV di casa o in mobilità, grazie alle applicazioni per lo streaming Sky GO e Premium Play per smartphone, tablet e PC.

Entrambe le Pay TV italiane, infatti, si sono preparate al meglio per la nuova stagione calcistica arricchendo sia l’offerta tecnologica sia di palinsesto, tanto da rendere ancor più ardua la scelta per coloro che intendono sottoscrivere un nuovo abbonamento.

Allora, meglio Sky o Mediaset Premium? Dipende, dalle esigenze e dal budget. Detto che le differenze tra Sky e Mediaset Premium sono sempre più sottili - vedi le app mobile, la copertura di Champions ed Europa League e l’avvento di Fox Sports su entrambe le piattaforme -, la TV satellitare si caratterizza per l’offerta più abbondante di partite, a discapito di un prezzo lievemente maggiore del pacchetto Calcio. Studiato per gli appassionati a 360 gradi, il menù calcistico di Sky si differenzia da quello Mediaset Premium per l’esclusiva della Bundesliga, la possibilità di seguire tutta la Serie B in Pay Per View e, non ultimo, tutta la Serie A.

Entrambe le Pay TV, infatti, trasmetteranno anticipi e posticipi della Serie B, oltre ad un’esaustiva telecronaca diretta delle azioni salienti del sabato, ma solo Sky consentirà di non perdere nemmeno un’azione della propria squadra del cuore, seppure con un costo aggiuntivo rispetto al pacchetto Calcio: 6 euro per la singola partita o 99 euro per il Season Ticket (intera stagione, tutte le partite).

Ai tifosi di alcune squadre di Serie A, specie delle città più piccole, non sarà inoltre sfuggito che Mediaset Premium trasmetterà solo parte del massimo campionato. Da accordi sui diritti televisivi, già in vigore lo scorso anno, la Pay TV del digitale terrestre può garantire la diretta di tutte le gare in casa e in trasferta di 12 squadre su 20 e per la stagione 2013/2014 sono: Juventus, Milan, Inter, Napoli, Roma, Fiorentina, Lazio, Verona, Genoa, Atalanta, Catania e Torino. Perché queste squadre e non altre? Nessun movente di tifo, in quanto la stessa Mediaset ha spiegato di avere agito sulla base del potenziale bacino di utenza, della copertura del territorio nazionale e di vincoli contrattuali riguardanti la sostituzione di squadre retrocesse e promosse alla fine della passata stagione. Ad ogni modo, i tifosi delle squadre di Serie A non presenti nel pacchetto Calcio di Mediaset Premium potranno comunque seguire tutti gli incontri della propria compagine contro le 12 “incluse”.

Come accennato, queste differenze di palinsesto tra Sky e Mediaset Premium consentono alla Pay TV del digitale terrestre di contenere il prezzo base del pacchetto Calcio. Alla vigilia del fischio d’inizio dei campionati di Serie A e Serie B, ecco le offerte specifiche per i calciofili:

  • Mediaset Premium, fino al 30 settembre: pacchetto base (Serie & DOC, Play e Full HD) + Calcio a 19 euro per 6 mesi (25 euro con decoder compreso) più 39 euro una tantum, poi da listino 26 euro/mese.
  • Sky, fino al 29 settembre: pacchetto base (Sky TV, Sky GO, Decoder Sky) + Calcio a 34 euro per 12 mesi (più 19 euro una tantum), poi da listino 38 euro/mese.
Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe Pay TV, scegli l'offerta migliore e richiedi l'attivazione on line.

Operatori Pay TV

Scopri le informazioni societarie degli operatori Pay TV, con le offerte disponibili.

Tutte le piattaforme

Guide alla Pay TV