89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Canone Rai 2014: i 113 euro si pagano entro il 31 gennaio

pubblicato da il 27 gennaio 2014
Canone Rai 2014: i 113 euro si pagano entro il 31 gennaio

Gli italiani non possono fare a meno della TV, nel bene e nel male. Amata, criticata e data per spacciata più volte nel corso dell’ultimo decennio, la televisione ha saputo rinnovarsi attraverso le nuove tecnologie ed è ancora oggi un punto fermo nella vita di tutti noi. Secondo l’ultimo rapporto Censis sulla comunicazione, infatti, a guardare la televisione è ben il 97,4% degli italiani, con una decisa crescita degli utilizzatori di TV satellitari (+3,1%  rispetto al 2012), web tv (+3,1) e mobile TV (+4,3%).

L’altro lato della medaglia riguarda i costi della TV che, ahinoi, non si limitano a quelli dell’apparecchio scelto per mostrarci i programmi preferiti. Stiamo parlando degli abbonamenti alle Pay TV, ormai una scadenza fissa per circa 9 milioni di italiani, e soprattutto del dibattuto canone Rai che, a differenza delle TV  pagamento, non consente deroghe.

In scadenza il prossimo 31 gennaio, con un importo in bollettino pari a 113 euro, il canone Rai va pagato da chiunque possieda un apparecchio televisivo, indipendentemente da come questo venga utilizzato. In quanto “tassa di possesso” e non abbonamento, i casi di esonero dal pagamento sono eccezionali: militari per le sale comuni e militari stranieri, diplomatici, rivenditori e riparatori di TV. A tutti gli altri non resta che armarsi di bollettino postale e mettersi in coda, al massimo scegliendo la soluzione di pagamento più adatta alle proprie tasche. Non tutti sanno, infatti, che il canone Rai può essere pagato con diverse soluzioni.

  • Pagamento annuale: scadenza il 31 gennaio
  • Pagamento semestrale: scadenze il 31 gennaio e il 31 luglio
  • Pagamento a rate: scadenze 31 gennaio, 30 aprile e 31 ottobre

E se non pago nei tempi previsti? In caso di mancato pagamento del canone Rai possono essere applicate diverse tipologie di sanzioni, con le massime che arrivano a sfiorare i 620 euro. Un semplice ritardo però, può essere sanato con interessi minimi e attraverso il seguente bollettino postale: c/c 1107 intestato ad Ag. Entrate Dp. I Uff. Terr. TO 1 Sat – Recupero canoni abbonamento TV.

Gli interessi applicati variano nelle seguenti misure:

  • Ritardo inferiore a 30 giorni: 1/12 dell’importo del canone per ogni semestre, pari a 4,47 euro
  • Ritardo superiore a 30 giorni: 1/6 del canone per ogni semestre, pari a 8,94 euro
  • Ritardo di 6 mesi e oltre: aggiunta di interessi di mora pari all’1% per ogni semestre
Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe Pay TV, scegli l'offerta migliore e richiedi l'attivazione on line.

Operatori Pay TV

Scopri le informazioni societarie degli operatori Pay TV, con le offerte disponibili.

Tutte le piattaforme

Guide alla Pay TV