89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Tassi BCE: attualità e prospettive

pubblicato da il 5 settembre 2016
Tassi BCE: attualità e prospettive

L’andamento del tasso BCE, ovvero del tasso delle operazioni di rifinanziamento che le banche devono sostenere per ottenere denaro in prestito dalla Banca Centrale Europea, è un indizio importante per valutare le condizioni alle quali sarà poi soggetto il credito ai privati che si rivolgono alle banche per ottenere a loro volta un finanziamento. I mutui casa a tasso variabile sono concessi a condizioni che in larga misura dipendono direttamente dal tasso BCE, quando sono indicizzati in base a questo valore, oppure dall’andamento dell’indice Euribor, ossia dai tassi di interessi interbancari. Quest’ultimo valore è meno stabile rispetto al tasso BCE, aggiornato con minore frequenza, ma permette di avere condizioni iniziali normalmente più vantaggiose, proprio perché si tiene conto dei rischi connessi. Oggi il tasso BCE è completamente azzerato, pari allo 0,000%, e si è in attesa della prossima riunione, fissata per l’8 di settembre, per capire se ci sarà un cambiamento di rotta. I tassi di rifinanziamento sono ai minimi storici ormai da tempo, e questo permette di avere sul mercato offerte di mutui casa piuttosto appetibili, con tassi di interesse che dipendono principalmente dallo spread che la banca sceglie di applicare.

Per quanto riguarda le prospettive future sull’andamento dei tassi di rifinanziamento le voci sono diverse e non sempre in accordo. Secondo quanto riferito dall’agenzia Bloomberg il ministro delle finanze tedesco Schaeuble ha recentemente affermato la necessità di una soluzione rispetto all’attuale ribasso dei tassi di interesse, facendo presente l’impossibilità che si attestino su valori azzerati o negativi in maniera permanente. Negli ultimi interventi si è più volte ribadita l’urgenza di avviare politiche governative di risanamento più efficaci e di favorire nuovi stimoli monetari, come confermato recentemente anche da Benoît Coeuré, membro del comitato esecutivo della BCE. Riconosciuti i risultati ottenuti dal quantitative easing avviato nel 2015 nell’arginare gravi rischi per la moneta unica, risulta  ugualmente non rinviabile intraprendere nuove azioni per uscire dallo stallo e dare una spinta alla crescita.

Vota la news:

Valutazione media: 1,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy