89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Primi segni di ripresa del mercato immobiliare

pubblicato da il 5 ottobre 2015
Primi segni di ripresa del mercato immobiliare

Dopo un lungo periodo di difficoltà il mercato immobiliare mostra segnali di ripresa, in particolare nel settore commerciale e residenziale. Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio dell’Agenzia delle Entrate e recentemente riportato da Il Sole 24 Ore, nel secondo trimestre del 2015 il guadagno complessivo è stato del 6,8% rispetto allo stesso periodo del 2015. Se il settore commerciale marca un significativo +10,3%, gli acquisti nel settore residenziale, con 116.514 transazioni tra aprile e giugno, si difendono con un +8,2% rispetto al secondo trimestre 2015. Sono soprattutto le grandi città a trainare la crescita, Torino in testa con un +16,3%, seguita da Palermo, +16,1%. Seguono Firenze e Milano, rispettivamente con un +11,8% e un +9,2%. Più contenuta la ripresa a Roma (+5%) e a Bologna (+3,2%). Per quanto riguarda la provincia, è soprattutto Milano a marcare un’inversione di tendenza con un +16%. Seguono le aree di Bologna e Genova con un +13%, e di Firenze, con un +10,3%. Fatta esclusione per il settore commerciale, il mercato immobiliare non residenziale è ancora fermo a valori negativi, complessivamente al -8% in ambito produttivo e al -3,8% nel terziario, particolarmente in difficoltà al Nord.

La graduale ripresa delle compravendite immobiliari si accompagna, secondo i dati raccolti dall’Associazione Bancaria Italiana, ad un vero e proprio boom del settore mutui. Nei primi 8 mesi del 2015 l’erogazione di mutui per l’acquisto di nuove abitazioni avrebbe infatti segnato un +86,1% rispetto allo stesso periodo del 2014. Un incremento su base annua notevole sul quale le operazioni di surroga pesano solo in parte, rappresentando circa il 29% del totale. Dei mutui erogati complessivamente con le diverse tipologie di tasso di interesse tra gennaio e agosto 2015, il 48,3% è costituito da finanziamenti a tasso variabile, complice la situazione favorevole degli indici di riferimento. Vola per lo stesso motivo il tasso fisso, che ad agosto 2015 è stato scelto per oltre il 60% delle nuove erogazioni.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy