02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Pacchetto casa, ecco le agevolazioni previste

pubblicato da il 5 settembre 2013
Pacchetto casa, ecco le agevolazioni previste

Sebbene tutto il dibattito si sia concentrato per mesi intorno all’Imu, altre misure che hanno l’obiettivo di supportare le famiglie nell’acquisto della prima casa sono presenti nel Decreto Legge approvato il 28 agosto scorso ed entrato in vigore il 31 dello stesso mese con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il provvedimento, che vale globalmente quattro miliardi e mezzo di euro, introduce una serie di novità che intendono contribuire a far ripartire il mercato dei mutui e, contestualmente, quello immobiliare in pesante stallo da mesi a causa delle sofferenze economiche delle famiglie e delle scarse prospettive occupazionali. Ai benefici possono accedere disoccupati, pensionati, lavoratori atipici, studenti, immigrati, giovani coppie e single, oltre che genitori separati e famiglie monoreddito.

Per agevolare la ripresa del credito, le banche possono ora contare su due miliardi di euro messi a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti per l’erogazione di nuovi mutui prima casa ma non solo. Sale a 60 milioni di euro la dotazione del Fondo di garanzia per i mutui prima casa a favore degli under 35 al quale possono essere ammessi giovani coppie o nuclei familiari monogenitoriali con figli minori, anche se lavoratori atipici. Tra i requisiti, un reddito Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) complessivo non superiore a 35mila euro; mentre l’importo massimo del mutuo (garantito dal Fondo per il 50% della quota capitale) è fissato a 200mila euro.

Sono invece 40 i milioni di euro messi a disposizione del Fondo di solidarietà mutui per l’acquisto dell’abitazione principale. Il beneficio permette di sospendere per 18 mesi il pagamento delle rate del mutuo in caso di perdita di lavoro o se si verificano altri eventi gravi quali non autosufficienza o handicap. Possono accedere al Fondo i mutuatari (anche lavoratori atipici) con reddito Isee non superiore a 30mila euro e con un mutuo di importo massimo pari a 250mila euro. Il Fondo interviene attraverso il rimborso degli oneri finanziari corrispondenti alla quota interessi delle rate sospese.

Per chi è in affitto e si trova in difficoltà, sono stati stanziati 60 milioni a favore del Fondo che eroga contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione, destinato a chi, pur in possesso dei requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica, deve rivolgersi al libero mercato.

Presso il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti è stato infine istituito un nuovo Fondo (dotazione 40 milioni di euro) a copertura della cosiddetta morosità incolpevole. Il Fondo punta ad arginare il fenomeno degli sfratti, oggi in aumento, dovuti nel 90% dei casi al mancato pagamento dell’affitto a causa della perdita del lavoro, cassa integrazione, messa in mobilità, malattia grave, cessazione dell’attività, infortunio o decesso di un componente della famiglia.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy