02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Penali sull'estinzione anticipata dei mutui, rischio rientrato

pubblicato da il 24 settembre 2015
Penali sull'estinzione anticipata dei mutui, rischio rientrato

La possibilità che vengano reintrodotte delle penali in caso di estinzione anticipata di un mutuo sembra per ora scongiurata. L’allarme era stato lanciato qualche settimana fa da Federconsumatori e Adusbef, dopo l’accoglimento del 2 luglio scorso da parte dell’Italia della direttiva comunitaria 2014/7/Ue, voluta da Bruxelles con l’obiettivo di armonizzare nel mercato unico le regole riguardanti “i contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali”.

La norma avrebbe di fatto vanificato gli effetti del Decreto Bersani sulle liberalizzazioni datato 2007 che aveva abolito le penali dovute alle banche proprio in caso di estinzione anticipata. Bruxelles ha dato tempo agli Stati membri di recepire la nuova disciplina integralmente o in parte entro il 21 marzo 2016.

Sulla questione è intervenuto però qualche giorno fa il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti che, in una nota diffusa da Palazzo Chigi, ha chiarito che non c’è e non ci sarà alcun rischio di dovere pagare commissioni o indennizzi sia per quanto riguarda i mutui già in corso sia per quanto riguarda quelli futuri.

Il Sottosegretario De Vincenti ha precisato infatti che l’articolo 12 del ddl cosiddetto di ‘Delegazione europea’, approvato dal Consiglio dei ministri giovedì 10 settembre e trasmesso alla Conferenza Unificata per il previsto parere, alla lettera ‘q’ del comma 1 prevede in maniera inequivocabile che “il diritto del consumatore all’estinzione anticipata sia esercitabile senza applicazione di commissioni, indennità od oneri”.

Esultano Federconsumatori e Adusbef che auspicano ora un intervento del Governo per rendere i tassi applicati ai mutui in Italia in linea con quelli degli altri Paesi della zona Euro, sottolineando come in Italia i costi di un mutuo siano più elevati rispetto alla media europea per una percentuale che varia tra lo 0,9% e l’1,3%, pari a una maggior spesa che oscilla tra 18mila e 22mila euro.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy