89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Mutui on line a tasso variabile, le offerte di gennaio

pubblicato da il 19 gennaio 2016
Mutui on line a tasso variabile, le offerte di gennaio

Le richieste di mutuo a dicembre 2015 hanno segnato un +33,3% rispetto allo stesso mese del 2014, confermando la significativa ripresa della domanda, seppur accompagnata dal progressivo calo dell’importo medio del finanziamento, che si attesa a 122.176 euro, secondo quanto rilevato dalle analisi Eurisc-Crif.

Cresce dunque la richiesta di finanziamenti casa, agevolata anche dalla possibilità di passare a soluzioni più convenienti tramite mutui surroga e di accedere anche via web alle offerte delle diverse banche, svolgendo on line le procedure iniziali per ottenere l’approvazione della richiesta. Vediamo ad esempio alcune proposte sottoscrivibili on line per chi fosse alla ricerca di una soluzione a tasso variabile, su base Euribor o a tasso BCE.

Con Mutuo Arancio di ING Direct a tasso variabile è possibile scegliere di calcolare la rata su entrambi i parametri. Per mutui erogati entro il 15 marzo 2016, lo spread applicato all’indice Euribor 3 mesi/365 giorni per mutui acquisto con LTV minore o uguale al 50% è dell’1,70%, mentre su base BCE si applica uno spread del 3,90%. Una riduzione di 30 punti base sullo spread è riservata a chi abbina a Mutuo Arancio un Conto Corrente Arancio per l’addebito diretto delle rate.

Un altro mutuo a tasso variabile che è possibile richiedere e sottoscrivere a distanza, fino all’appuntamento conclusivo con il notaio, è quello proposto da Che Banca! del gruppo Mediobanca. Per le richieste pervenute entro il 31 gennaio, per mutui stipulati entro il 31 marzo 2016 in finalità acquisto, lo spread varia tra l’1,40% e l’1,83% in base alla durata, minore o maggiore di 25 anni, e sulla base dell’LTV. Se il patrimonio totale del cliente presso la banca è maggiore di 100.000 euro lo spread viene ridotto dello 0,10%.

Webank, banca diretta BPM, per i mutui a tasso variabile in finalità acquisto richiesti entro gennaio e stipulati entro il 30 aprile 2016, su base Euribor 3 mesi applica un tasso, comprensivo dello spread, che varia dall’1,50% all’1,80% in base all’importo totale del mutuo e alla percentuale d’acquisto finanziata.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy