02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Mutui liquidità o sostituzione + liquidità? Esempi e offerte a confronto

pubblicato da il 5 aprile 2016
Mutui liquidità o sostituzione + liquidità? Esempi e offerte a confronto

Acquistare una casa rappresenta un importante investimento, che può rivelarsi utile anche in caso si prospettino nuovi progetti lavorativi o personali che richiedano adeguate garanzie per l’accesso al credito. Una casa di proprietà, libera da ipoteche, permette infatti di ottenere un mutuo liquidità, così come, mentre ancora si sta pagando un mutuo acquisto, si può considerare l’opzione mutuo sostituzione + liquidità. Nel primo caso, un mutuo liquidità prevede che si offra in garanzia la propria abitazione per ottenere dalla finanziaria una somma che può arrivare generalmente fino al 70% del valore dell’immobile. L’importo viene poi rimborsato dal cliente ratealmente alle condizioni stabilite da contratto, scegliendo, come sempre avviene per i mutui casa, tra diverse durate e tipologie di tasso applicato. Nel caso di una sostituzione + liquidità, a fronte di adeguate garanzie di reddito si può invece trasferire il debito ad un’altra banca e ottenere a nuove condizioni il prestito di una somma aggiuntiva.

Un esempio di mutuo liquidità è quello offerto da ING Direct con Mutuo Arancio. Si offre fino al 70% del valore dell’immobile o fino al 50% in caso la richiesta provenga da un lavoratore autonomo, e l’importo finanziabile varia tra i 50.000 e i 500.000 euro. Il mutuo può essere sottoscritto a tasso fisso, rinegoziabile, variabile su base Euribor e variabile su base BCE. Anche CheBanca! offre mutui liquidità, a tasso fisso o variabile, a partire da 50.000 euro, per somme comprese entro i 200.000 euro e comunque non oltre il 50% del valore dell’immobile.

Un esempio di mutuo sostituzione + liquidità, a tasso fisso o variabile, è il rifinanziamento offerto da Intesa Sanpaolo. Il piano base a tasso fisso permette di ottenere fino a 300.000 euro per rifinanziare il precedente mutuo e una somma compresa tra i 10.000 e i 100.000 euro in nuova liquidità aggiuntiva. La liquidità aggiuntiva non deve in ogni caso superare il 20% del valore dell’immobile.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy