02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Nonostante gli incentivi i giovani faticano ancora a comprare casa

pubblicato da il 13 ottobre 2016
Nonostante gli incentivi i giovani faticano ancora a comprare casa

Agevolazioni e bonus, ma la casa di proprietà sembrerebbe non essere ancora alla portata di molti giovani. Il motivo: le difficoltà di accesso al credito a causa della precarietà lavorativa e delle limitate risorse economiche. Una ricerca del Censis e di Nomisma, ‘I giovani e la casa’, presentata durante il convegno ‘ ‘Verso la casa taxi?”, rileva che gli under 35 che vivono in casa di proprietà sono il 65% contro l’82% riferito all’insieme della popolazione italiana.  Mentre, a livello di domande di mutuo, nel primo semestre 2016, i giovani sotto i 25 anni che hanno fatto richiesta sono stati solo il 2,1% del totale, la fascia d’età tra i 25 e i 34 anni ha rappresentato il 24,7% delle domande (prima della crisi era circa il 50%) per arrivare al 36,1% dei mutuatari tra i 35 e i 44 anni.

Eppure la diminuzione dei prezzi degli immobili sommata ai bassi tassi di interesse e alle facilitazioni che, almeno sulla carta, sono destinate agli under 35 dovrebbero incentivare di molto l’acquisto della prima casa. Ricordiamo quali sono, al momento, le principali agevolazioni per i giovani e per le giovani coppie con meno di 35 anni.

  • Fondo di garanzia acquisto prima casa. Introdotto con la legge di Stabilità 2014 prevede il rilascio da parte dello Stato di una garanzia pari al 50% della quota capitale del mutuo. Se ad esempio ci si trova nell’impossibilità di ripagare il finanziamento, lo Stato rimborserà alla banca la metà del debito residuo (esclusi gli interessi). Il mutuo deve essere al massimo di 250mila euro mentre l’immobile non deve essere classificato come di lusso. Va detto che al Fondo possono accedere tutti, ma la priorità spetta alle coppie under 35, ai giovani con meno 35 anni e con un lavoro atipico e ai nuclei monogenitoriali con figli minori.
  • Bonus mobili. Anche questa agevolazione è rivolta a tutti ma le giovani coppie che acquistano la prima casa possono usufruire di condizioni migliori rispetto ai più adulti. La detrazione Irpef spettante per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici è in entrambi i casi pari al 50% ma il tetto massimo sul quale calcolare lo sconto è di 16mila euro anziché 10mila.  Il bonus mobili è in vigore sino al 31 dicembre prossimo, si prevede che sarà rinnovato con la nuova legge di Bilancio.
  • Leasing immobiliare per i privati. E’ la novità introdotta dalla legge di Stabilità 2016. Il leasing immobiliare per l’acquisto dell’abitazione principale funziona esattamente come i leasing che si accendono quando si acquista ad esempio un auto: si versa un anticipo, si pagano rate e interessi per la durata stabilita dal contratto e, al termine, si versa una maxi rata e si diventa a tutti gli effetti proprietari del bene. Anche a questo strumento posso accedere tutti, ma le detrazioni previste per chi ha meno di 35 anni sono decisamente più convenienti, cioè il doppio di quelle riservate agli over 35. Più precisamente, i giovani possono beneficiare di una detrazione Irpef pari al 19% dei canoni annui e con un tetto massimo di 8mila euro e di una detrazione sempre del 19% sulla maxi rata finale, calcolata su un massimo di 20mila euro. Per usufruire dell’agevolazione, l’imponibile non deve superare i 55mila euro.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy