02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Mutui: fondo di solidarietà al via dal 29 aprile

pubblicato da il 18 aprile 2013
Mutui: fondo di solidarietà al via dal 29 aprile

Le famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo possono tirare un sospiro di sollievo. Sarà riattivato a partire dal 29 aprile prossimo il Fondo di solidarietà per l’acquisto della prima casa, bloccato da diversi mesi, in attesa delle nuove regole per l’accesso all’agevolazione. Il regolamento attuativo, approvato con decreto n. 37 del 22 febbraio 2013, è stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 12 aprile scorso, mentre, come si legge sulla stessa Gazzetta Ufficiale, l’entrata in vigore del provvedimento è fissata per il 27 aprile. Giorno che, coincidendo con un sabato, fa slittare appunto al 29 l’attesa riattivazione. A breve sul sito di Consap, che gestisce il Fondo, sarà anche disponibile tutta la modulistica necessaria per l’inoltro delle richieste.

Ecco le principali novità. L’ammissione al Fondo è ora subordinata al verificarsi di almeno uno dei seguenti eventi nei tre anni antecedenti la richiesta di accesso al fondo e avvenuti dopo la stipula del contratto di mutuo: cessazione del rapporto di lavoro subordinato, a patto che la risoluzione non sia stata consensuale, per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione; “cessazione dei rapporti di lavoro regolati dall’articolo 409, n. 3 del codice di procedura civile (controversie di lavoro individuali n.d.r.), ad eccezione di risoluzione consensuale, recesso datoriale per giusta causa, recesso del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione”; morte o riconoscimento di handicap grave, invalidità civile non inferiore all'80%. Se il mutuo è cointestato, gli eventi citati possono interessare anche uno solo dei mutuatari.

Per quanto riguarda le caratteristiche dei mutui ammissibili, il nuovo regolamento include i mutui “oggetto di operazioni di emissione di obbligazioni bancarie garantite ovvero di cartolarizzazione ai sensi della legge 30/4/99”; erogati per portabilità tramite surroga mutuo (D.L. 1/9/93, n. 385), che costituiscono mutui di nuova erogazione alla data di perfezionamento dell'operazione di surroga; che hanno già usufruito di altre misure di sospensione del pagamento delle rate, a patto che la sospensione complessiva non superi i 18 mesi.

Non saranno invece accolte le richieste in presenza di almeno una delle seguenti condizioni: ritardo nei pagamenti superiore a 90 giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda; risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell'atto di precetto, o quando sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull'immobile ipotecato; fruizione di agevolazioni pubbliche; e mutui per i quali sia stata stipulata un'assicurazione a copertura del rischio di morosità (comma 479, Legge 244/2007) purché la polizza garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e “sia efficace nel periodo di sospensione stesso”.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy