89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

I mutui pian piano ripartono ma le famiglie sono ancora prudenti

pubblicato da il 21 gennaio 2016
I mutui pian piano ripartono ma le famiglie sono ancora prudenti

Se verrà confermato il trend degli ultimi mesi, il 2016 dovrebbe essere davvero l’anno che segna la ripresa del mercato dei mutui e, parallelamente, del mercato immobiliare. L’ABI (Associazione bancaria italiana), nel suo Rapporto mensile, evidenzia a dicembre 2015 un ulteriore rialzo delle nuove erogazioni per l’acquisto della casa con un incremento annuo pari al 97,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Un dato sicuramente positivo ma che va pur sempre letto rapportandolo all’andamento del mercato dei mutui degli ultimi anni che, pressoché dimezzato nel 2012 rispetto all’anno precedente, ha registrato un ulteriore calo nel 2013 (-8% circa) per poi ricominciare pian piano a crescere nel 2014. In questo quadro, si deve inoltre tener conto delle surroghe che, sempre secondo l’ABI, hanno rappresentato nei primi 11 mesi del 2015 il 32,4% circa delle nuove erogazioni ma che altro non sono che vecchi mutui già esistenti, ‘spostati’ su banche diverse da quelle che avevano erogato il finanziamento in origine.

Ancora buone notizie, invece, per chi in questo momento vuole (e può) acquistare un’abitazione sia sul fronte dei tassi sia su quello dei prezzi. I tassi medi richiesti si attestano infatti sul 2,51%, il valore più basso da giugno 2010 e di gran lunga inferiore al 5,72% di fine 2007.  A questo si aggiunga che il prezzo delle case ha registrato negli ultimi 5/6 anni un crollo intorno al 20/25% e che solo nel terzo trimestre del 2015 ha segnato, secondo l’Istat, un lievissimo aumento dello 0,2%, valore che però torna in terreno negativo (-2,3%) se si prende in considerazione l’intero anno appena concluso.

Cresce infine la domanda di mutui da parte delle famiglie. Il Barometro Crif ha quantificato nel +53,3% l’incremento delle richieste nel 2015 rispetto all’anno prima. Un dato che indica una maggior fiducia da parte dei consumatori che, tuttavia, mantengono una certa cautele se si considera il nuovo calo dell’importo medio richiesto e che nel 2015 si è attestato intorno a 122mila euro a fronte dei circa 124mila del 2014 e dei 127mila del 2013.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy