89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Dal 2016 arriva il leasing per l’acquisto della casa

pubblicato da il 17 dicembre 2015
Dal 2016 arriva il leasing per l’acquisto della casa

A partire dal 2016 sarà possibile anche per le persone fisiche acquistare la prima casa in leasing esattamente come si fa con le automobili. E’ quanto stabilito da un emendamento alla legge di Stabilità approvato nei giorni scorsi dalla Commissione Bilancio della Camera. Lo strumento, già utilizzato per gli immobili non residenziali, e le cui modalità di attuazione devono ancora essere definite, ha l’obiettivo di contribuire a rivitalizzare il mercato immobiliare ancora stagnante nonostante i segnali di ripresa degli ultimi mesi.

Come funziona? Formalmente l’immobile da comprare o da costruire viene acquistato dalla banca o dall’intermediario finanziario su indicazione dell’utilizzatore. Quest’ultimo entra subito in possesso dell’abitazione con un regolare contratto di locazione finanziaria a fronte del pagamento di un canone d’affitto che deve tenere conto sia del prezzo di acquisto o di costruzione sia della durata del contratto. Alla fine del periodo, l’inquilino ha la possibilità di riscattare l’immobile pagando una maxi rata finale pari alla differenza tra il prezzo d’acquisto prestabilito e le rate pagate oppure restituire il bene all’istituto di credito con il quale si è stipulato il leasing.

La novità è particolarmente interessante per i giovani sotto i 35 anni con reddito non superiore a 55mila euro. Per questa categoria sono infatti previsti sgravi fiscali da applicare in sede di dichiarazione Irpef, pari a quelli previsti attualmente per i mutui. Dalla dichiarazione dei redditi si potrà infatti detrarre ogni anno il 19% delle spese pagate per i canoni e relativi oneri accessori sino a un massimo di 8mila euro (cioè sino a un massimo di 1.520 euro) e il 19% della maxi rata finale sino a un massimo di 20mila euro.

Previste agevolazioni fiscali anche per chi ha più di 35 anni, ma in questo caso lo sgravio è pari al 19% delle spese sostenute sino a un massimo di 4mila euro e della maxi rata finale sino a un massimo di 10mila euro. In caso di difficoltà economiche, infine, è possibile sospendere a costo zero il pagamento del canone ma per una sola volta e per un periodo massimo complessivo non superiore a 12 mesi.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy