89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Nuove norme dall'Europarlamento per il mercato mutui

pubblicato da il 5 luglio 2012
Nuove norme dall'Europarlamento per il mercato mutui

Agli inizi di giugno l’Europarlamento ha dato il via libera a una proposta di legge in materia di mutui ipotecari per l’acquisto della casa (mercato che in Europa vale circa 6mila miliardi di euro). Obiettivo: scongiurare situazioni di crisi come quella che ha investito gli Stati uniti per colpa dei mutui subprime e incentivare una maggiore trasparenza.

La normativa, che dovrebbe essere approvata in via definitiva entro l’estate, introduce regole che rafforzano la concorrenza (attualmente nei Paesi membri sono mediamente le prime cinque banche che si contendono il 75% del mercato); che prevedono provvedimenti per gli istituti che concedono finanziamenti a persone che non sono poi in grado di ripagare il debito; e che favoriscono i consumatori per i quali si profila la possibilità sia di risolvere il contratto anticipatamente, previo pagamento di un equo rimborso alla banca erogatrice, sia di recedere dal contratto entro 14 giorni dalla stipula senza incorre in alcuna penale.

È ancora troppo presto per capire quali saranno gli effetti delle nuove regole sul mercato italiano perché, una volta approvata, bisognerà vedere come e con quali tempi la normativa sarà recepita dal nostro Paese.

Tuttavia, già da ora le associazioni dei consumatori insistono su due aspetti ritenuti basilari per una corretta applicazione della legge: la capacità da parte delle banche di comunicare i cambiamenti e la necessità, per i clienti, di essere informati appieno. Secondo le associazioni, infatti, i consumatori soffrono di una sorta di “sudditanza psicologica”, dovuta soprattutto alla scarsa informazione, che impedisce loro di argomentare e far rispettare i diritti. Risultato: le banche spesso nicchiano a recepire le novità, come è già successo, ad esempio, con l’introduzione della norma che prevedeva la possibilità di rinegoziare il mutuo.

Serve insomma un cambiamento culturale che incentivi una maggiore attenzione verso i consumatori. E ciò è possibile anche attraverso una adeguata formazione del personale degli istituti di credito.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy