02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Ecobonus 2014: incentivi per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica

pubblicato da il 20 gennaio 2014
Ecobonus 2014: incentivi per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica

La legge di Stabilità dello scorso dicembre ha prorogato per il nuovo anno gli incentivi statali mirati agli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili. L’iniziativa nel 2013 ha rilanciato gli investimenti per ben 19 miliardi di euro ed è stata quindi riproposta e rafforzata. La detrazione fiscale per gli ecobonus sale infatti dal 55 al 65%, rendendo ancora più interessante approfittarne nel 2014. Per gli interventi di ristrutturazione e per l’arredamento la detrazione si conferma invece al 50%.

È possibile usufruire degli ecobonus solo per gli immobili già esistenti, e l’offerta è aperta a tutti i contribuenti proprietari di un edificio oggetto di interventi di riqualificazione, edificio del quale andrà provata l’esistenza tramite il documento di iscrizione al catasto o la ricevuta dell’Imu.

La detrazione è ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Rientrano negli ecobonus gli interventi che aumentano l’efficienza energetica dell’abitazione, quelli volti al miglioramento termico dell’edificio (coperture, pavimenti, finestre, infissi), ma anche l’istallazione di pannelli solari e la sostituzione delle caldaie o più in generale i nuovi impianti di climatizzazione invernale. Possono inoltre essere comprese negli ecobonus le prestazioni professionali necessarie alle nuove installazioni, oltre alla fornitura e alla posa dei materiali e le opere murarie correlate.

Arredi e grandi elettrodomestici acquistati tra il 6 giugno 2013 il il 31 dicembre 2014, nel corso di una ristrutturazione edilizia, possono beneficiare di una detrazione del 50%, dimostrando che la data d’acquisto è posteriore all’inizio dei lavori per l’edificio. Per rientrare nell’agevolazione gli elettrodomestici dovranno essere provvisti di etichetta energetica. Lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi dovranno appartenere alla categoria A+ o superiore, mentre i forni sono detraibili già dalla categoria A.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy