02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Come la legge di stabilità colpisce i mutui

pubblicato da il 18 ottobre 2012
Come la legge di stabilità colpisce i mutui

Stangata in arrivo per le famiglie che hanno acceso un mutuo ipotecario per l’acquisto della prima casa. I tagli previsti dal disegno di legge di stabilità 2013, licenziato dal Consiglio dei Ministri e ora all’esame del Parlamento, colpiscono anche le detrazioni fino ad oggi possibili nella dichiarazione dei redditi. Sinora, la normativa ha permesso di detrarre dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche (l’Irpef) il 19% su un tetto massimo di oneri e spese di 4 mila euro. Oneri che comprendevano anche gli interessi passivi pagati sul finanziamento ipotecario oltre che, per il primo anno, anche tutte le spese sostenute per la sottoscrizione del mutuo (come perizia, spese per l’istruttoria, etc.) e quelle legate all’atto di compravendita (come, ad esempio, il corrispettivo pagato al notaio e l’eventuale provvigione, fino a 1.000 euro, per l’intermediario).

Il nuovo provvedimento, che coinvolge i contribuenti con un reddito superiore a 15 mila euro, porta ora il tetto massimo sul quale calcolare la detrazione del 19% da 4mila a 3mila euro. Fatti due conti, se prima la detrazione massima (il 19% su 4mila) era di 760 euro, oggi il medesimo importo (19% su 3mila) scende a 570 euro, con una perdita annua per i contribuenti pari a 190 euro. La misura del Governo potrebbe avere efficacia retroattiva e questo vuol dire che i tagli saranno effettivi già a partire dalla Dichiarazione dei redditi 2013.

Ai tagli sulle detrazioni previste per i mutui si aggiungono inoltre quelli riguardanti le detrazioni per le assicurazioni sulla vita (polizze in che molti casi le banche richiedono come condizione necessaria per l’erogazione del mutuo) che, secondo quanto previsto dal disegno di legge di stabilità, possono raggiungere un tetto massimo di 3mila euro. Di conseguenza, se il contribuente già raggiunge i 3mila euro annui con gli interessi passivi, non potrà più detrarre il 19% sull’assicurazione.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Tutte le banche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore immobiliare.

Guide ai mutui

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy