89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Risparmio energetico: 5 consigli per tagliare i costi in bolletta

pubblicato da il 19 giugno 2015
Risparmio energetico: 5 consigli per tagliare i costi in bolletta

Scegliere le tariffe luce e gas più convenienti spesso non è garanzia di risparmio in bolletta, soprattutto se non si conoscono le proprie necessità in termini di consumi (le famose taglie) e le possibilità offerte dal mercato moderno sul fronte del risparmio energetico. In soccorso dei consumatori arriva Mce Lab, l’osservatorio sul vivere sostenibile di Mostra Convegno Expocomfort, con una serie di utili consigli per abbattere le spese dell’energia.

Promosso in occasione della Settimana Europea dell’Energia Sostenibile, quest’utile vademecum affronta alcuni punti chiave sul risparmio energetico delle famiglie, utile per tagliare i costi in bolletta destinati all’elettricità e al riscaldamento, così come al raffrescamento. Cinque utili consigli da tenere bene in considerazione, come complementari alla scelta delle migliori offerte luce e gas degli operatori del mercato libero. Qui, infatti, non si parla di taglie e prezzi, ma di scelte consapevoli.

Installa un impianto solare termico

L’installazione di un impianto solare termico per una famiglia di 3-5 persone costa tra i 4.500 e i 5.500 euro, ma rappresenta un investimento nel tempo. Oltre a ridurre l’impatto ambientale, anche oltre 1.500 kg di CO2 l’anno, consente un risparmio di fino al 30% in bolletta, assorbendo l’energia solare per portare l’acqua alla temperatura ideale all’uso sanitario e per il riscaldamento a bassa temperatura (sistemi a pavimento, a parete, ecc). Il solare termico è anche versatile, in quanto può essere collocato sul tetto, sulla facciata o sul terrazzo di casa o in giardino.

Installa un impianto fotovoltaico

L’installazione di un impianto da 1kWp è sufficiente, grazie all’autoproduzione,  a coprire il 40% dei consumi elettrici medi di una famiglia composta da 3-4 persone.

Devi installare caldaia e condizionatore? Pensa all’impianto geotermico

Già una realtà diffusa nel Nord Europa, gli impianti geotermici si stanno facendo strada anche in Italia, grazie alla capacità di sfruttare l’energia termica immagazzinata nel sottosuolo sia per il riscaldamento, con i sistemi a bassa temperatura, sia per il raffrescamento. Esistono però dei limiti all’installazione dettati dal tipo di terreno e alle norme locali sulla perforazione per l’inserimento delle sonde geotermiche.

Prendi in considerazione lo scaldacqua a pompa di calore

Molto simili ai tradizionali scaldabagni elettrici o a gas, da installare sul pavimento o con presa a parete, i sistemi a pompa di calore consentono un risparmio in bolletta di fino al 75%. In che modo? Utilizzano l’energia termica dell’aria per il riscaldamento dell’acqua.

Utilizza gli incentivi per le rinnovabili

Esistono agevolazioni fiscali del 65% destinati alle spese sostenute per l’installazione di pannelli solari, pompe di calore e impianti geotermici a bassa entalpia. Le detrazioni, o Ecobonus 2015, vanno sfruttate entro il 31 dicembre 2015 e si applicano a tutti gli interventi volti al risparmio energetico degli edifici esistenti.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy