89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Conto energia: il GSE chiede la restituzione dell'adeguamento ISTAT sugli incentivi

pubblicato da il 26 aprile 2015
Conto energia: il GSE chiede la restituzione dell'adeguamento ISTAT sugli incentivi

Il Conto energia non smette di essere un argomento spinoso, anche a distanza di due anni dalla sua cessazione. L’incentivo economico governativo – creato dal Ministero dello sviluppo economico nel 2005 per incrementare l'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici – è stato infatti recentemente causa di polemiche e diatribe legali tra il Gestore dei Servizi Energetici e i privati.

Il tema caldo di queste settimane è l’invio di raccomandate da parte del GSE verso i beneficiari del primo Conto energia – quello datato 2005/2007 – in cui si chiede la restituzione dell’adeguamento ISTAT sul valore dell’incentivo. Lo stimolo economico – che garantisce ai proprietari di impianti solari privati la ricezione di somme in conto esercizio, con cadenza mensile, per i primi 20 anni di vita dell'impianto – prevedeva infatti all’origine una rivalutazione monetaria degli incentivi in base all’inflazione e, di conseguenza, l’aumento periodico della loro entità.

Dopo una serie di battaglie legali suscitate dall’approvazione del DM 6/2/2006 – che annullava l’adeguamento ISTAT – il Consiglio di Stato decise nel 2012 di confermare l’annullamento. È proprio per questo motivo che in queste settimane il GSE sta provvedendo a informare i beneficiari del primo Conto energia del ripristino della tariffa fissa nominale e del conseguente ritiro degli adeguamenti all’inflazione.

I proprietari di impianti fotovoltaici hanno dieci giorni di tempo dalla ricezione della comunicazione per opporsi in forma scritta alle richieste del Gestore. In caso di esito negativo dell’opposizione, i privati rischiano di dover restituire al GSE cifre che variano in base alla potenza generata dai loro impianti e agli anni di esercizio, ma che si aggirano sulle centinaia di euro. La battaglia però non è ancora chiusa: mentre è già stato presentato un ricorso al TAR del Lazio, le associazioni di settore – tra cui l’Associazione Tecnici Energie Rinnovabili – suggeriscono ai proprietari di impianti di richiedere quantomeno la dilazione della restituzione degli adeguamenti ISTAT, per via del tempo intercorso dai fatti e dalla sentenza del Consiglio di Stato.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia fino a 400€ l’anno sulle tue bollette!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy