89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa influenza il prezzo della bolletta della luce?

Cosa influenza il prezzo della bolletta della luce?

Il costo della bolletta elettrica è formato da tre componenti: i servizi di vendita (la parte variabile), i servizi di rete (una tariffa uniforme decisa dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas) e le imposte.

I servizi di vendita

I servizi di vendita sono la principale voce di costo: per una famiglia tipo servita in condizioni di maggior tutela, questa componente pesa per il 56,8% (293 € all’anno). Nei servizi di vendita sono incluse tutte le attività svolte dall’operatore per acquistare e rivendere ai clienti l’energia elettrica. Nei servizi di vendita sono incluse tre voci: il prezzo dell’energia, ossia la produzione fisica dell’elettricità; il prezzo del dispacciamento, ossia delle attività di mantenimento in costante equilibrio della rete elettrica e di bilanciamento di domanda e offerta; il prezzo di commercializzazione, ossia di fornitura dei servizi commerciali e amministrativi al cliente. I servizi di vendita rappresentano tutta la parte variabile della bolletta e sono l’unica parte su cui gli operatori possono intervenire nelle offerte sul libero mercato.

I servizi di rete

I servizi di rete, la seconda componente della bolletta, sono le attività di trasporto dell’elettricità sulle reti di trasmissione nazionale e di distribuzione locale fino al contatore (incluso), per le quali non c’è concorrenza. Questi servizi sono remunerati sulla base di tariffe stabilite con criteri uniformi dall’Autorità e pesano per il 13,4% della bolletta della famiglia tipo (69 € all’anno). A questa somma relativa ai servizi di rete veri e propri si aggiungono anche gli oneri generali di sistema, imposti dalla legge, che pesano per il 16,5% del totale (85 € all’anno). Si tratta di sussidi di vario genere, tra cui i principali sono: incentivi alle rinnovabili (77 €, di cui 67 alle rinnovabili e 10 alle assimilate), promozione dell’efficienza energetica (2,7 € all’anno), messa in sicurezza del nucleare (2 €) e sussidio alle Ferrovie dello Stato (1,6 € all’anno).

Le imposte

Le imposte rappresentano la terza componente della bolletta e comprendono l’accisa e l’IVA, per un totale del 13,3% del totale (69 € all’anno). Le famiglie non pagano l’accisa per i primi 150 kWh consumati ogni mese per la prima casa: all’aumentare dei consumi mensili oltre i 220 kWh (2.640 kWh all’anno) questo sconto viene tuttavia progressivamente ridotto. L’IVA per i consumi delle famiglie è al 10% e si applica a tutte le componenti, accise incluse.

Esiste infine la possibilità per le famiglie indigenti e per i malati che dipendono da apparecchi elettromedicali di accedere a un bonus elettrico di importo variabile, da scalare dall’importo delle bollette.

Se usufruisci del bonus elettrico puoi usufruire anche del bonus sociale gas, se possiedi i requisiti.

Vota la guida:

Valutazione media: 3,7 su 5 (basata su 50 voti)

Offerte confrontate

Con il comparatore di Facile.it puoi confrontare le offerte luce e gas e scegliere la tariffa migliore, risparmiando fino a 400€ l’anno sulla bolletta!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy