02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Per i Bot arrivano i tassi negativi

pubblicato da il 29 gennaio 2015
Per i Bot arrivano i tassi negativi

Qualche tempo fa vi avevamo raccontato dell’iniziativa di una banca tedesca che aveva proposto un conto corrente con tassi di interesse negativi per chi depositava oltre 500mila euro; ebbene, anche i nostri Bot potranno avere tassi di interesse negativo. La notizia è stata interpretata da molti come un vero terremoto nella finanza personale degli italiani, pertanto è bene mettere ordine ed evitare gli allarmismi.

I Buoni Ordinari del Tesoro sono uno strumento che dal dopoguerra ad oggi ha fatto felici gli italiani: semplici da sottoscrivere e di durata breve, sono stati in grado di garantire ritorni cospicui degli investimenti fatti, con tassi di interesse spesso davvero significativi. Purtroppo non è più così – i tassi sono davvero bassi e anche se l’inflazione è pressoché inesistente non più portano grandi guadagni a chi li sceglie – e gli italiani hanno imparato ad optare in molti casi per strumenti diversi, come ad esempio i conti deposito.

Il cosiddetto “quantitative easing”, varato dalla BCE negli scorsi giorni, ha cambiato ancora le carte in tavola: durante il suo intervento ad un convegno Maria Cannata, Direttore Generale per il Debito Pubblico del Ministero del Tesoro, ha dichiarato che le prossime aste per i nostri Bot potranno prevedere tassi negativi. Che vuol dire? Che il prezzo di rimborso al termine del deposito sarà più basso di quello pagato: effettivamente, nell’ultima asta il rendimento lordo di aggiudicazione per i buoni semestrali è stato dello 0,16%, percentuale che diventa già negativa al netto delle commissioni.

Un “controsenso”, per assolvere il quale si è dovuto persino modificare le regole in corso, le quali comprensibilmente non prevedevano questa ipotesi che penalizza il sottoscrittore. Il quale, tuttavia, non deve lamentarsi perché le politiche del Governatore della Banca Centrale, Mario Draghi, sono state messe in campo proprio per mettere in circolo quella liquidità necessaria per far ripartire l’Europa dopo la crisi degli ultimi anni. Semplicemente, in questa fase di scarsi rendimenti per i BoT, è bene orientare altrove i propri investimenti, magari sfruttando i tassi particolarmente vantaggiosi offerti a chi vuole sottoscrivere un mutuo.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti