89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Immigrati, crescono i conti correnti degli imprenditori stranieri

pubblicato da il 25 febbraio 2015
Immigrati, crescono i conti correnti degli imprenditori stranieri

Mentre oggi le discussioni legate ai conti correnti si stanno concentrando sulle nuove regolamentazioni per cambiare conto corrente rischia di passare in secondo piano un’interessante informazione che arriva dall’Osservatorio nazionale sull’inclusione finanziaria dei migranti: negli ultimi tre anni le piccole e medie imprese italiane gestite da immigrati che possedevano un conto corrente nel nostro Paese sono cresciute del 42%. Di questi conti, ben il 40% ha come titolare una donna.

Delle attività dell’Osservatorio sull’inclusione finanziaria (un progetto dell’Abi e del Ministero dell’Interno) abbiamo già parlato tempo fa, sottolineando come sia importante – nell’ottica dell’integrazione degli stranieri che vivono e lavorano in Italia – che questi possiedano e gestiscano degli strumenti finanziari. Che i dati registrati siano positivi, quindi, non può che essere una buona notizia, anche per ciò che concerne la presenza degli immigrati nel nostro tessuto produttivo.  

Sono 105.500 i piccoli imprenditori stranieri che hanno un conto corrente in Italia: la loro fetta rappresenta, nel dettaglio, il 4,2% del totale dei conti intestati ad immigrati. Sono i conti di piccoli imprenditori, o di professionisti autonomi, responsabili (fonte: Unioncamere su dati del 2011) del 5,5% della ricchezza nazionale italiana. La distribuzione geografica di questi conti correnti segue quella della presenza straniera nel nostro Paese: i conti sono registrati prevalentemente in banche del Nord Italia (63% del totale), mentre il 30% dei correntisti è al Centro e solo il 7% al Sud. Se però pensiamo che gli immigrati sono al nord nell’85% dei casi questi dati rivelano una “vivacità imprenditoriale” anche nel meridione.

Ma quali sono le comunità straniere più attive in fatto di gestione del proprio patrimonio finanziario? In relazione alla loro presenza quantitativa, secondo l’Osservatorio i più vivaci sono gli imprenditori di Cina, Egitto e Pakistan, seguiti da Macedonia e Bangladesh. Le comunità in cui gli imprenditori con conto corrente sono aumentati in misura maggiore, d’altro canto, sono state quelle di Bangladesh (+22%) e Pakistan (+14%), seguiti poi da India e Cina (+12% per entrambe).

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti