02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Decreto Destinazione Italia, arriva l’ok della Camera

pubblicato da il 14 febbraio 2014
Decreto Destinazione Italia, arriva l’ok della Camera

Il decreto legge Destinazione Italia ha, negli scorsi giorni, ottenuto il via libera della Camera: la palla passa ora al Senato che, salvo cambi di programma dovuti alle dimissioni del Premier Enrico Letta, dovrebbe permetterne l'entrata in vigore entro  il 21 febbraio. Questione di giorni, quindi, per cambiare un po’ di carte in tavola in diversi settori cruciali per il Paese. Proviamo insieme a fare il punto sugli aspetti più significativi, soprattutto per la vita dei cittadini.

Bollette - 850 milioni risparmiati sulle bollette degli italiani: è questa la notizia che, almeno potenzialmente, dovrebbe farci sorridere di più, benché, a ben vedere, si tratti di una stima e non di un taglio vero e proprio. Un abbassamento di 700 milioni dovrebbe, nel dettaglio, derivare dalla possibilità offerta dal Governo ai produttori di energia rinnovabile di avere una diluizione in sette anni dei contributi statali che già ricevono (e che contribuiscono a rincarare di parecchio le nostre bollette). Altri 150 milioni dovrebbero arrivare dal cosiddetto “ritiro dedicato” – vale a dire il prezzo che paga il Gestore dei Servizi Energetici  per l'energia che deriva da impianti rinnovabili con una potenza inferiore a 10 MW. Maggiori dettagli qui.

Libri - Anche se modificato sensibilmente rispetto alla sua presentazione, il “bonus libri” resiste: il Governo ha creato un fondo di 50 milioni di euro – relativo al periodo 2014-2016 – per l'acquisto di libri da parte delle famiglie con figli alle scuole superiori. Questi avranno diritto ad uno sconto pari al 19% del costo dei volumi, da recuperare direttamente nelle librerie aderenti all’iniziativa. I lettori adulti possono smettere di conservare gli scontrini, per loro nessun rimborso.

Assicurazioni “stralciate” - Situazione più complicata per quel che riguarda le assicurazioni. L’articolo riguardante il mondo delle RC auto – che puntava a ridurre i prezzi per gli automobilisti italiani – è stato stralciato dal DL, provocando proteste da più fronti. Letta ha quindi rimediato presentando un altro disegno di legge, che punta ad una riduzione dei premi rc auto fino al 23% sulla spesa annuale. Maggiori dettagli qui

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti