02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Conti correnti: si passa a SEPA

pubblicato da il 10 ottobre 2012
Conti correnti: si passa a SEPA

In questa fase di criticità per l’economia mondiale l’UE continua il processo di semplificazione delle pratiche legate alla circolazione della moneta in tutta Europa. Da Strasburgo arriva la notizia che da febbraio 2014 non sarà più possibile effettuare un bonifico seguendo i sistemi ordinari (nazionali), ma bisognerà concludere il passaggio alla Sepa.

L’acronimo sta per “Single Euro Payments Area”: è un'area comune a 31 Stati Europei (i 27 Paesi membri dell’Unione Europea, quelli dell’EFTA e il Principato di Monaco) in cui cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni possono eseguire operazioni di pagamento in maniera “uniforme” per standard e costi. L’area nasce per standardizzare e, quindi, semplificare e facilitare le procedure che vedono in ballo la circolazione di denaro, ma serve anche a ridurre gli sprechi sostenuti per gestire standard diversi da Paese a Paese: secondo i calcoli della BCE parliamo dell’1% del prodotto interno lordo degli Stati europei, quindi di una cifra davvero ragguardevole. Senza contare la possibilità di innescare un sistema “virtuoso” di competizione tra le banche di tutta Europa, con l’obiettivo di abbassare i prezzi per i clienti finali.

Cosa cambierà, quindi, con l’introduzione del SEPA? Dal 2014, in breve, le procedure di bonifico adottate da ogni singolo correntista saranno uguali in tutta Europa, mentre gli standard nazionali (ad oggi ancora in vigore) verranno abbandonati: seguendo le regole, il titolare del conto corrente che vorrà eseguire il pagamento autorizzerà il beneficiario del bonifico a riscuotere tramite l’addebito sul suo conto e, al contempo, darà il permesso alla sua banca per lo spostamento della cifra. Per semplificare: pagare l’affitto di un immobile di proprietà di un francese con un conto a Parigi sarà identico al pagamento ad un cittadino con un conto italiano. Allo stesso modo, una multinazionale non avrà necessità di decentrare alle singole sedi nazionali i pagamenti degli stipendi, potrà avere una sola tesoreria per tutta Europa.

Il vecchio sistema nazionale di autorizzazione dei bonifici resterà in vigore fino al 31 gennaio 2014.Gli ordini di addebito permanenti verranno convertiti automaticamente ai nuovi standard.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti