02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Confronto tra i conti deposito, vademecum

pubblicato da il 14 novembre 2016
Confronto tra i conti deposito, vademecum

Per ottenere un vantaggio dai risparmi in giacenza restando in una formula a capitale assicurato e senza alcun rischio collegato all’investimento, si può sfruttare la formula del conto deposito, che pur non essendo eccezionalmente remunerativa è comunque un passo avanti rispetto al semplice conto corrente, e resta sicura e garantita fino a 100.000 euro grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Un buon confronto tra i conti deposito proposti da diverse banche permette inoltre di sfruttare le occasioni più interessanti disponibili nel periodo in cui si cerca la soluzione per i propri risparmi. Prima di scegliere è però necessario farsi alcune domande e ragionare concretamente sulla somma che si intende mettere da parte, e per quanto tempo. Per prima cosa conviene decidere se si desidera avere una linea di credito non svincolabile, più remunerativa ma che penalizza economicamente un’eventuale interruzione del vincolo, oppure scegliere un deposito con possibilità di svincolo totale o parziale, per poter tornare sui propri passi senza rimetterci.

Direttamente collegata a questa scelta ce n’è un’altra, ugualmente importante, che riguarda la durata del vincolo. Se ad esempio si è certi della possibilità di lasciare in deposito i risparmi senza prelevarli per un periodo superiore a un anno, alcuni conti deposito possono arrivare anche a 24 o 48 mesi. Se al contrario si preferisce un vincolo di breve durata esistono offerte di linee di credito a partire da 3 mesi. Come è facilmente intuibile, maggiore è la durata del vincolo e maggiore è il tasso creditore accordato, e quindi il guadagno. Il tasso creditore, ossia gli interessi versati al cliente dalla banca in relazione al deposito, va considerato come è ovvio molto attentamente. Il tasso lordo annuo offerto per un deposito oggi raramente supera l’1%, salvo promozioni temporanee. L’aliquota applicata sulle rendite è del 26%, mentre l’imposta di bollo è pari allo 0,20% annuo del totale. Apertura e chiusura del conto deposito sono perlopiù gratuite.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti