89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Dichiarazione dei redditi: arriva il modello 730 precompilato

pubblicato da il 3 novembre 2014
Dichiarazione dei redditi: arriva il modello 730 precompilato

Per 20 milioni di italiani la notizia è davvero importante: nelle scorse ore il Governo ha approvato una norma che agevolerà pensionati e lavoratori dipendenti alle prese con la dichiarazione dei redditi. Il modello 730 verrà reso disponibile al contribuente precompilato: basterà scaricarlo e mandarlo al fisco.

Si partirà ad aprile 2015, quando dovrà essere reso disponibile,il 730 precompilato in riferimento ai redditi del 2014. Tempi strettissimi, per un vero e proprio tour de force per l’Agenzia delle entrate. La domanda è ovvia: come farà il Fisco a sostituirsi al nostro commercialista e a farci i conti in tasca capendo qual è il nostro reddito complessivo?

In breve, il calcolo verrà effettuato incrociando i dati provenienti dall’Anagrafe tributaria – i dati anagrafici e le informazioni su parenti a carico, gli immobili e i terreni posseduti – con quelli dell’anagrafe dei conti correnti e di soggetti terzi come i datori di lavoro (che dovranno mandare per tempo queste informazioni, pena il pagamento di una multa di 100 euro per dipendente), gli enti provvidenziali, i registri immobiliari e così via.

Entro il 15 aprile 2015 il documento dovrà essere online e il contribuente dovrà controllarla, per accettarla e ritrasmetterla o richiedendo modifiche o integrazioni (il termine ultimo fissato è, in entrambi i casi, il 7 luglio). Questa operazione potrà essere effettuata in autonomia o ricorrendo al supporto del Caf o del proprio commercialista di fiducia, che potranno avere anche la delega per il download del documento. Qualora non dovesse richiedere aggiustamenti, il contribuente saprà di non dover essere oggetto di alcun accertamento fiscale, né di alcun controllo preventivo sulle detrazioni familiari, anche qualora queste superassero i 4.000 euro.

I professionisti (Caf o commercialisti) incaricati dal contribuente di effettuare i controlli ne risponderanno in prima persona: in caso di sanzione ne pagheranno il 30%, anche di eventuali interessi.

Il 730 precompilato non escluderà totalmente la versione cartacea: sarà infatti consentito al contribuente di inviare una forma di autodichiarazione dei redditi in maniera tradizionale.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti