02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Disponibilità di un conto corrente

Quando si parla di disponibilità del conto corrente si fa riferimento alla somma effettivamente disponibile per l'uso. Questa cifra può essere diversa rispetto al saldo contabile, per effetto dei tempi richiesti per la contabilizzazione delle operazioni registrate sul conto.

Nella prassi bancaria ai movimenti del conto corrente vengono attribuite tre diverse date: mentre la data contabile coincide con la data nella quale l'operazione viene registrata, la data disponibile indica il giorno a partire dal quale l'accredito sarà a disposizione del correntista o l'addebito sarà effettivo. Infine, a ciascuna operazione è attribuita una data valuta, che rileva per il calcolo degli interessi sull'operazione.

Tenendo conto delle operazioni registrate secondo le diverse date disponibili, si può ricavare il saldo disponibile del conto. Il titolare può consultare la disponibilità del conto corrente allo sportello bancario, allo sportello bancomat o tramite il servizio di internet banking. Conoscere il saldo che può essere effettivamente utilizzato è molto importante per non incorrere in momentanei scoperti di conto corrente: può accadere infatti che ci siano dei versamenti che sono stati registrati ma per i quali non è ancora maturata la disponibilità. In questo caso, il denaro è solo virtualmente presente sul conto e non può essere prelevato.

Vota la voce del glossario:

Valutazione media: 3,7 su 5 (basata su 25 voti)

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i migliori conti online, i conti correnti e deposito delle banche operanti sul territorio italiano.

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo dei conti.

Guide ai conti