02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Prepagate senza iban e senza canone, proposte a confronto

pubblicato da il 18 ottobre 2016
Prepagate senza iban e senza canone, proposte a confronto

Una distinzione fondamentale tra le diverse carte prepagate sul mercato è data dalla presenza o meno di un codice iban abbinato, dal quale dipendono funzionalità e costi dello strumento. Se è vero che la presenza dell’iban fa della carta prepagata un piccolo conto corrente di riserva o alternativo a quello bancario, non sempre chi sceglie una carta ricaricabile ricerca questo tipo di servizio. Più spesso la carta prepagata è utilizzata per pagamenti sicuri on line o all’estero, per evitare di comunicare gli estremi della carta di credito o del bancomat collegati al conto corrente principale. Se è questo l’obiettivo può non essere così necessario avere una carta con iban, che frequentemente implica un piccolo canone mensile, ma è più conveniente orientarsi verso una ricaricabile senza iban e a zero spese, legata o meno all’apertura di un conto corrente. Vediamo qualche esempio.

Intesa Sanpaolo propone una carta ricaricabile Flash al portatore, disponibile anche per i minorenni non titolari di un conto e a canone zero, attiva su circuito Visa o MasterCard. La ricarica ha un costo di 1 euro, a partire dalla seconda operazione. L’importo massimo caricabile è 999 euro. I prelievi sono gratuiti presso gli sportelli automatici del Gruppo.

Carta Je@ns di Webank è un esempio di prepagata a canone zero, abbinata all’apertura del conto corrente on line Webank e utilizzabile ovunque su circuito MasterCard. Il plafond massimo caricabile, ossia la capienza massima della carta, è di 2.500 euro. Non ci sono massimali per spese e prelievi giornalieri, la commissione applicata a questo tipo di operazione agli sportelli italiani è di 50 centesimi. Ogni ricarica ha invece un costo di 0,75 centesimi.

Un’altra prepagata senza iban e a canone zero è la prepagata MasterCard abbinata a Conto Corrente Arancio ING Direct, che offre le prime cinque ricariche dell’anno a costo zero. Dalla sesta operazione di ricarica il costo è di 1 euro. Il plafond è di 4.500 euro, così come il massimale prelevabile. Le commissioni per i prelievi in Italia sono di 2 euro.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta online le migliori carte di credito e trova la soluzione che fa per te.

Prodotti

Leggi i dettagli e le caratteristiche dei principali circuiti di pagamento e delle carte più diffuse in Italia. Tutti i prodotti

Argomenti in evidenza

Informazioni e dettagli su alcuni degli argomenti più rilevanti nel mondo delle carte di credito.

Guide alle carte