89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni: telecamere su 2.000 veicoli pesanti per contrastare le frodi

pubblicato da il 28 marzo 2014
Assicurazioni: telecamere su 2.000 veicoli pesanti per contrastare le frodi

L’ormai sempre più sfruttato binomio tra tecnologia e sicurezza stradale potrebbe presto portare a una drastica diminuzione degli incidenti e delle frodi assicurative nel settore dei veicoli pesanti. È questo, infatti, l’obiettivo del progetto pilota avviato da Fondazione ANIA e Gruppo Federtrasporti, con la collaborazione della società Federservice, che prevede l’installazione su 2.000 veicoli (circa il 40% del proprio parco veicolare di camion e furgoni) di una piccola telecamera, chiamata Roadscan, dotata di accelerometro e localizzatore Gps in grado di ricostruire un incidente in maniera oggettiva.

Questo test, il primo in Europa nel mondo del trasporto pesante, rappresenta per il Gruppo Federtrasporti un’ulteriore tappa del suo pluriennale percorso verso la riduzione degli incidenti che, dal 2002 al 2013, sono già calati dal 72,8% al 33,4%. Tra l’altro un esperimento simile era stato già condotto sui bus che svolgono servizio urbano in alcune città d’Italia, mentre con il nuovo progetto si vuole monitorare anche ciò che accade in ambito extra urbano. “Nel periodo in cui abbiamo monitorato i bus”, ha spiegato Umberto Guidoni, Segretario Generale della Fondazione ANIA, “i roadscan ci hanno consentito di ricostruire le dinamiche dei sinistri, attribuendo le giuste responsabilità”.

Va sottolineato che le telecamere agiscono nel totale rispetto della privacy e, oltre a garantire l’esatta ricostruzione di un sinistro e a porre un argine alle truffe alle assicurazioni, hanno anche un'altra funzionalità: la loro collocazione in cabina incoraggia la concentrazione dell’autista e produce un effetto deterrente rispetto a comportamenti di guida errati.

Ma come funziona questa telecamera? Il modello scelto da Federservice per la sperimentazione si chiama Roadscan PRO. Viene applicato sul parabrezza del veicolo e collegato al vano motore tramite una semplice installazione. A quel punto è in grado di memorizzare immagini e dati di guida verificatisi prima e dopo l’incidente, ricostruendone così l’intera dinamica. Per la precisione la telecamera registra la traccia video, un accelerometro rileva gli scostamenti di velocità lungo i tre assi, mentre un Gps localizza posizione del veicolo, data e ora. La registrazione avviene automaticamente quando il sistema rileva una variazione di accelerazione superiore a uno dei valori di soglia impostati e tiene in memoria il periodo precedente e quello successivo a tale variazione, così che se effettivamente questa coincide con un sinistro potrà essere utilizzata. Il trasferimento delle informazioni dal sistema al PC avviene tramite una semplice scheda SD, ma può essere effettuato anche tramite wi-fi.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni