89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Tariffe RC auto in calo: la conferma dai dati Istat

pubblicato da il 10 settembre 2013
Tariffe RC auto in calo: la conferma dai dati Istat

Soddisfazione in casa ANIA, l'Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, per gli ultimi dati congiunturali rilevati dall’Istat, secondo cui il processo in atto del calo del prezzo dell’assicurazione RC auto è continuato anche lo scorso mese di luglio. Le rilevazioni dell’Istituto hanno infatti confermato che a luglio 2013 le tariffe RC auto (intese come prezzi di listino) sono calate dello 0,36% rispetto al mese precedente. Inoltre, sempre nello stesso periodo, per la prima volta si è registrata una riduzione dello 0,90% rispetto a luglio del 2012. La tendenza al calo delle tariffe ha avuto inizio nel novembre 2012 e da allora fino a luglio di quest’anno la variazione è pari a -1,4%.

Ma le buone notizie non dovrebbero essere finite qui: rispetto ai prezzi di listino, i prezzi effettivamente pagati dagli assicurati pare che stiano scendendo ancora di più, visto che le statistiche dell’ANIA hanno già registrato a maggio di quest’anno un calo dei premi medi pagati del 6%. La differenza delle due analisi è spiegata da un accentuato ricorso delle compagnie alla politica degli sconti rispetto ai prezzi di listino, resa possibile dal migliorato andamento economico del comparto RC auto. Secondo l'ANIA per un’ulteriore riduzione delle tariffe sarebbe fondamentale l’approvazione delle tabelle sull’ammontare dei risarcimenti nel caso di danni fisici di grave entità, che peraltro garantirebbe la certezza e l’uniformità di trattamento su tutto il territorio nazionale.

Nel frattempo, come accade spesso in questi casi, le varie associazioni dei consumatori hanno già contestato i dati forniti da Istat e ANIA, sottolineando come a loro non risulti nessuna diminuzione nelle tariffe della RC auto, avendo viceversa registrato anche quest'anno aumenti del 4-5%, a conferma di un andamento storico di incrementi che collocano la RC auto italiana a primati europei e internazionali. A questo proposito le associazioni richiedono che si agisca velocemente avviando un processo di maggiore liberalizzazione del settore, una organizzazione di vendita incentrata su agenzie plurimandatarie, una riorganizzazione tariffaria che superi le forti differenze territoriali, una battaglia molto determinata alle frodi assicurative e, last but not least, la pratica della conciliazione in caso di contenzioso che eviti i costi, le pratiche e le lungaggini di oggi.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni