02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni auto: le tariffe diminuiranno grazie alla dematerializzazione

pubblicato da il 15 maggio 2015
Assicurazioni auto: le tariffe diminuiranno grazie alla dematerializzazione

Le tariffe delle assicurazioni auto diminuiranno grazie al processo di dematerializzazione: lo ha confermato Umberto Guidoni, neo-responsabile del Servizio Auto dell’ANIA, nel corso di un’intervista rilasciata a Quattroruote. Guidoni, che per undici anni è stato segretario generale della Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, ha anche ribadito che la nota vicenda della perdita di classe di merito legata all’offerta di RC auto gratuite è in via di risoluzione.

Partiamo dal primo punto: la dematerializzazione dei documenti assicurativi sta per diventare realtà. Dopo un lungo periodo dedicato alla creazione delle banche dati e all’adeguamento informatico e telematico, dal prossimo 1° giugno sparirà l’attestato di rischio cartaceo (sostituito, a partire dal 1° luglio, da un documento elettronico), mentre dal 18 ottobre sarà la volta del contrassegno sul parabrezza di auto e moto. Secondo Guidoni si tratta di un passaggio epocale che darà il via a un nuovo rapporto tra assicuratori e clienti, semplificando le procedure e aumentando la trasparenza, con due importantissime conseguenze: risolverà il problema delle frodi assicurative e contribuirà ad abbassare il costo delle polizze. La riforma avrà ovviamente un maggiore impatto se in tempi brevi verrà introdotta una norma che consenta ai dispositivi elettronici a distanza di sanzionare in automatico la mancata copertura assicurativa, norma che attualmente non c’è.

Per quanto riguarda invece il caso delle RC auto gratuite offerte senza segnalare le effettive controindicazioni (ovvero, come abbiamo visto, la perdita della classe di merito acquisita fino a quel momento), secondo il dirigente ANIA la vicenda ha avuto un clamore mediatico sproporzionato rispetto alle dimensioni del fenomeno, visto che secondo i dati IVASS ha riguardato un numero ridotto di compagnie (sul cui comportamento Guidoni ha comunque escluso qualsiasi ipotesi di malafede) e di assicurati. In ogni caso nessuno resterà danneggiato poiché il settore assicurativo ha deciso di farsi prontamente carico del problema: i clienti la cui polizza RC auto gratuita non è ancora giunta a scadenza non subiranno, a fine contratto, la perdita della classe di merito. Mentre per coloro che sono già stati retrocessi, l’ANIA è in attesa delle direttive dell’IVASS, attese a giorni, sulle modalità del risarcimento.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni