89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Scatola nera sulle auto: a cosa serve?

pubblicato il 2 febbraio 2012
Scatola nera sulle auto: a cosa serve?

Dopo l’approvazione del Decreto sulle liberalizzazioni, sul fronte auto e RC Auto si continua a parlare di “scatola nera”. Su questo provvedimento si sa sicuramente che consentirà ai guidatori di ottenere un abbassamento del prezzo della polizza auto.

La scatola nera non è altro che un dispositivo mobile che può essere installato (a spese della Compagnia con cui si è assicurati) sull’auto, per rilevare i dati inerenti alla condotta di guida dell’assicurato e tenerne traccia anche in caso di sinistri.

La “scatola”, definita Check Box dall’Istituto di Vigilanza Isvap, viene collegata alla porta diagnostica Odb, rilevando diversi parametri di utilizzo del veicolo, come ad esempio la velocità, il regime di rotazione del motore, la marcia inserita e l’accelerazione laterale.

Più controlli e tariffe più vantaggiose: come è possibile?

L’utilizzo sulle auto degli automobilisti di un dispositivo satellitare come la scatola nera è in grado di fornire sostanziali vantaggi alle Compagnie di assicurazioni nella gestione dei sinistri RCA. Questo tipo di tecnologia consente di ricostruire la dinamica degli incidenti stradali in modo preciso rappresentando un efficace strumento di lotta alle frodi a danno delle Assicurazioni. Ecco che agevolare la diffusione di questi dispositivi diventa indispensabile per le assicurazioni che si trovano ogni anno a fare i conti con costi altissimi per i risarcimenti dei clienti.

L’installazione della scatola e il controllo preventivo del veicolo dell’assicurato consentono un abbassamento delle tariffe di circa il 20% sulla polizza RC Auto , questo è quanto si legge in una nota recente della società Viasat. I costi di installazione? Si aggirano intorno ai 100 -150 euro e per legge saranno tutti a carico della Compagnia con cui si è stipulato la polizza.

Come funziona?

La scatola nera per le auto funziona praticamente come quella degli aerei, è capace di resistere a temperature e pressioni molto alte ed è in grado di registrare le informazioni del veicolo per i 40 secondi precedenti l’incidente ed i 10 secondi seguenti all’incidente. L’incidente viene rilevato tramite alcuni parametri chiave come la forte decelerazione o l’attivazione degli airbag; registra anche il luogo dell’incidente utilizzando dati georeferenziati tramite antenna Gps.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni