89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Rc auto: tariffe in calo secondo l’indagine IVASS al 1° aprile 2014

pubblicato da il 15 settembre 2014
Rc auto: tariffe in calo secondo l’indagine IVASS al 1° aprile 2014

L’IVASS ha da poco pubblicato l’ultima indagine trimestrale sulle tariffe Rc auto praticate in Italia, aggiornata al 1° aprile 2014. L‘indagine, che ha rilevato i prezzi praticati in 21 province italiane per 11 tipologie standard di assicurati, sia automobilisti sia motociclisti, ha evidenziato un calo generale delle tariffe, pur con qualche eccezione come nel caso dei neopatentati e nelle “due ruote”.

Su base nazionale si è infatti registrato un livello medio dei prezzi di listino in chiara diminuzione per tutti i profili osservati, tranne appunto per i diciottenni, per i quali le tariffe sono rimaste stabili. La forbice delle variazioni è rimasta compresa tra il -1,4% per il profilo di un cinquantacinquenne con autovettura di 1.900 cc. alimentata a gasolio (con guida esclusiva e in classe Bonus-Malus di C.U. 1), e lo 0% di un diciottenne con vettura di 1.300 cc alimentata a benzina in classe B/M d’ingresso. Buone nuove (-0,8%) anche per i quarantenni in classe di massimo sconto con autovettura alimentata a benzina di 1.300 cc., e per i cinquantacinquenni in classe di massimo sconto ma con autovettura di 1.200 cc alimentata a benzina e guida estesa a conducenti minori di 26 anni, che hanno visto le loro tariffe scendere dello 0,4%.

Al ribasso tendenziale registrato nel settore auto non sono probabilmente estranei, oltre al ritorno all'equilibrio tecnico e alla profittabilità delle compagnie assicurative del settore, la riduzione nella circolazione dei veicoli dovuta alla crisi economica in atto e il conseguente calo dei sinistri. Il fenomeno riflette anche i primi effetti delle misure legislative introdotte per giungere a un contenimento dei prezzi Rc auto, con particolare riferimento ai nuovi criteri per la risarcibilità delle microlesioni.

Sul territorio le variazioni dei prezzi medi di listino hanno invece presentato andamenti più differenziati, apparsi meno favorevoli per i giovani e i residenti nei capoluoghi centro-meridionali. E non è un caso che il divario tra le tariffe praticate nelle regioni settentrionali e in quelle del centro-sud, unito al livello tuttora molto elevato del premio medio rispetto agli altri Paesi europei, restino alcune delle criticità da affrontare e risolvere, seppur in un quadro generale decisamente migliore rispetto al recente passato.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni