02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Tabelle sulle lesioni gravi e meno tasse: ecco le richieste delle compagnie

pubblicato da il 5 marzo 2014
Tabelle sulle lesioni gravi e meno tasse: ecco le richieste delle compagnie

Compagnie assicurative all’attacco per bocca del presidente dell’ANIA, Aldo Minucci, che in un’intervista al Sole 24 Ore ha spiegato quali sono le direttive da attuare con maggior urgenza per rilanciare l’intero settore: introduzione delle tabelle sulle lesioni gravi, in modo da ridurre i prezzi della Rc Auto, e la diminuzione delle tasse sulle imprese. Andrebbero inoltre approvate al più presto le misure del disegno di legge recentemente presentato in Parlamento (decadenza della denuncia dopo 90 giorni, risarcimento in forma specifica, divieto di cessione del credito, diffusione delle scatole nere) e introdotti nuovi incentivi per l’assunzione nelle agenzie di personale giovane e motivato.

“È indispensabile che il Governo adotti le modifiche atte a ridurre i prezzi dell’assicurazione auto in Italia, eliminando le anomalie che non hanno pari nel resto d’Europa”, ha ammonito Minucci. “Per esempio è per noi prioritaria l’approvazione delle tabelle per il risarcimento delle lesioni gravi da incidente stradale, che garantirebbero comunque a tutti i cittadini un indennizzo certo ed equo con un livello di risarcimenti molto più elevato rispetto al resto d’Europa, e addirittura doppio se confrontato con gli infortuni sul lavoro”.

Minucci ha poi puntato l’indice sull’eccessiva tassazione che grava sulle imprese assicurative: “Il nostro settore svolge un’importante funzione nell’economia del Paese, eppure il comparto è fortemente penalizzato da una tassazione diretta e indiretta che è molto superiore a quella degli altri settori dell’economia italiana e dei competitor internazionali. Questa difformità deve essere eliminata al fine di restituire alle compagnie la capacità di essere un volano per la crescita. Esse potrebbero infatti favorire il passaggio da un sistema di welfare fortemente incentrato sul ruolo dello Stato”, ha concluso il presidente ANIA, “a uno in cui i cittadini compartecipano al finanziamento dei propri bisogni di protezione e sicurezza. In tal modo i costi pubblici sarebbero fortemente ridotti, ma affinché accada ciò sono necessarie misure di incentivazione fiscale per i cittadini”.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni