02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

RC auto in Italia e in Europa: sistemi di controllo e prevenzione a confronto

pubblicato da il 4 novembre 2015
RC auto in Italia e in Europa: sistemi di controllo e prevenzione a confronto

A partire dal 18 ottobre la RC auto in Italia ha compiuto un passo fondamentale nella lotta alle frodi assicurative con l’introduzione dei controlli elettronici (tramite autovelox, tutor, telepass e telecamere per le Ztl) per la verifica della copertura assicurativa obbligatoria e la contemporanea sparizione, per sopraggiunta inutilità, del tagliando sul parabrezza dopo ben 45 anni di onorato servizio.

Ci vorranno adesso parecchi mesi, se non almeno un anno, per valutare gli effetti deterrenti di questa nuova misura nei confronti delle truffe alle assicurazioni, sperando che sia davvero utile ad avvicinare l’Italia alle altre nazioni leader dell’Unione Europea nella speciale classifica per nazioni, stilata da Corriere.it, che tiene conto della percentuale dei veicoli senza RC auto. Una graduatoria che ci vede ingloriosamente al penultimo posto con il 9% di vetture irregolari sull’intero parco circolante, davanti soltanto al 14% della Grecia ma staccatissimi da paesi evidentemente più civili come Gran Bretagna (2,81%), Francia (2%), Spagna (0,35%) e Germania (addirittura 0,04%).

Paesi più civili o forse soltanto meglio organizzati, visto che con l’introduzione di poche ma funzionali regole hanno da tempo praticamente azzerato la piaga delle frodi assicurative: in Gran Bretagna, per esempio, guidare senza assicurazione obbligatoria è un reato penale e i controlli tramite banche dati (come accadrà d’ora in poi anche in Italia) hanno fatto crollare del 50% il numero di chi circola senza copertura. Anche in Germania guidare senza RC auto è un reato penale e le verifiche vengono effettuate attraverso un efficiente sistema di registrazione e controllo, che tra le altre cose prevede l’obbligo da parte della compagnia assicuratrice di notificare la cessazione del contratto presso la motorizzazione. Regole chiare e severe anche in Belgio, in Polonia e persino in Estonia, dove ai veicoli privi di copertura assicurativa viene assegnata una polizza automatica con un premio molto più elevato rispetto al normale.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni