89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Ivass, il prezzo medio RC auto scende a 488 euro nel II trimestre 2014

pubblicato da il 15 dicembre 2014
Ivass, il prezzo medio RC auto scende a 488 euro nel II trimestre 2014

L’Ivass ha pubblicato una nuova rilevazione sui prezzi RC auto che ha preso in esame i dati relativi al II trimestre del 2014. I risultati hanno confermato il trend di riduzione dei costi, visto che il prezzo medio pagato dagli assicurati dal 1° aprile al 30 giugno di quest’anno è stato pari a 488 euro, con una variazione rispetto al primo trimestre pari a -1,6%, mentre su base semestrale il calo si è attestato sul -5,3%. La sostanziale riduzione registrata tra i due trimestri a cavallo del 2014 è da attribuirsi alla revisione delle tariffe operata dalle compagnie a inizio anno.

Permangono purtroppo forti squilibri territoriali. Nelle province del nord Italia prevale infatti un premio medio piuttosto basso, mentre in quelle del centro e nelle isole le tariffe cominciano decisamente a salire fino a raggiungere livelli altissimi in Campania, in Puglia e in Calabria, Per esempio nelle province di Napoli e Caserta si sono pagati rispettivamente 801 e 697 euro di premio medio RC auto, e in quelle di Bari e Foggia 583 e 620 euro. Fortunatamente anche in queste zone critiche si è registrato un calo nel II trimestre 2014.

L’Ivass ha fatto inoltre notare come il premio aumenti a seconda della dimensione urbana del centro di residenza del proprietario: infatti, i residenti nei piccoli centri (pari al 68% della popolazione) hanno pagato in media 464 euro, mentre l’esborso di coloro che risiedono nelle città di medie dimensioni (il 18,6%) e nelle grandi città (il 13,3%) è stato di 518 e 567 euro.

Sempre secondo l’indagine Ivass, il premio pagato dagli assicurati italiani aumenta anche col crescere della classe di Bonus-Malus: gli assicurati in classe Bonus-Malus 1 (76% della popolazione) hanno pagato in media 448 euro, quelli con una classe di Bonus-Malus compresa tra 2 e 3 (8,8% della popolazione) 550 euro, e infine quelli con una classe di Bonus-Malus superiore a 3 (15% della popolazione) 657 euro. Solo lo 0,17% degli assicurati sceglie contratti con franchigia, in questo caso il premio medio pagato è stato di soli 185 euro.
I premi dei contratti basati sulla classe di Bonus-Malus (sia con tariffa Bonus-Malus che con tariffa mista Bonus-Malus/franchigia) hanno fatto segnare nel semestre una flessione attorno al 4%. I contratti in cui è presente franchigia i premi sono invece calati addirittura del 61%.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni