02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

RC auto: in Italia il maggior numero di incidenti con danni alla persona

pubblicato da il 24 novembre 2015
RC auto: in Italia il maggior numero di incidenti con danni alla persona

Il rapporto European Motor Insurance Markets ha fornito i principali dati sull'andamento del ramo RC auto nell'Unione Europea, evidenziando soprattutto l'anomalia tra la frequenza dei sinistri denunciati e il costo medio degli stessi, che naturalmente poi si riflette sul valore del premio assicurativo pagato dai consumatori nei vari paesi (e infatti tra poco scopriremo perché in Italia si paga mediamente di più). Il rapporto, pubblicato a novembre 2015 da Insurance Europe (la federazione degli assicuratori europei), contiene informazioni fino al 2013.

Il primo dato riguarda appunto la frequenza dei sinistri denunciati, che a livello medio europeo si è ridotta del 21%, passando dal 7,6% del 2005 al 6% del 2013. Nello stesso periodo in Italia la frequenza sinistri si è ridotta in misura maggiore (-32%), anche se da noi il trend in diminuzione è iniziato solo a partire dal 2010 e, se nel 2011 la frequenza sinistri italiana era tra le più elevate a livello europeo, nel 2013 l’indicatore del nostro Paese (5,6%) è risultato inferiore alla media UE.

Curiosamente, però, nel medesimo periodo il costo medio degli incidenti nella RC auto è cresciuto in Italia a una velocità tripla rispetto a quella della media europea, registrando un incremento del 34% rispetto al 10% degli altri paesi. Insomma, da noi diminuiscono i sinistri ma aumentano i costi. Come mai?

La risposta sta nell’elevato numero di incidenti con danni alla persona, molto più alto di quello registrato nel resto d’Europa, i cui risarcimenti nel 2013 hanno pesato per circa il 60% sul cosiddetto premio puro, ovvero il prezzo della polizza RC auto che sarebbe necessario a coprire il costo dei sinistri ponderato per la loro frequenza. Tali differenze, e non potrebbe essere altrimenti, si riflettono direttamente sul premio medio finale che pagano gli assicurati, per il quale si registra infatti in Italia un valore più elevato della media europea.

Il problema, come viene caldeggiato da tempo sia dalle compagnie che dai consumatori (per una volta sotto la stessa bandiera), potrebbe risolversi con l'introduzione di una tabella unica per i danni alla persona che darebbe chiarezza e trasparenza nelle regole, eliminando le talvolta inique differenziazioni di trattamento applicate dai diversi tribunali relativamente ai risarcimenti. Se ne parla da anni ma fatti concreti ancora nulla.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni