89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Rc auto: calano gli incidenti ma non le tariffe

pubblicato da il 2 aprile 2014
Rc auto: calano gli incidenti ma non le tariffe

Gli ultimi dati Istat hanno evidenziato un forte calo degli incidenti stradali nel nostro Paese nel triennio dal 2010 al 2012. Un elemento molto positivo che avrebbe dovuto portare a una conseguente diminuzione delle Rc auto, visto che da sempre le compagnie assicurative additano l’alto numero di incidenti e i relativi risarcimenti, quale causa principale dell’indiscriminato aumento dei costi dell’assicurazione obbligatoria. Circostanza, tra l’altro, confermata recentemente da uno studio del The Boston Consulting Group per conto dell’ANIA. Ma non è andata proprio così: il vistoso calo degli incidenti nell’ultimo triennio non ha determinato una significativa riduzione delle tariffe Rc auto.

La pensa alla stessa maniera Giovanni D'Agata, presidente dell’associazione di consumatori “Sportello dei Diritti”, secondo cui le statistiche Istat, in quanto fondate su dati obiettivi, inchiodano finalmente le compagnie assicurative alla loro responsabilità: “Le lobby delle assicurazioni non hanno più scampo: non possono più giustificare gli aumenti tariffari con l’aumento del costo dei sinistri, visto che l’Istat ha dimostrato il contrario. E non tentino neanche d’imporre norme che, lungi dal portare diminuzioni delle tariffe, umiliano le vittime della strada e vanno contemporaneamente a colpire le categorie degli artigiani autoriparatori e dei patrocinatori”. Un avvertimento forte, quello di D’Agata, anche in vista di possibili interventi in materia da parte del Governo.

In Italia, secondo i dati Istat dal 2010 al 2012, ci sono stati 3.178 morti e 213.854 feriti fra i motociclisti e i ciclomotoristi, per una media di 3 morti e 200 feriti al giorno. Cifre impressionanti ma comunque in costante diminuzione rispetto al periodo precedente (rispettivamente -12,8% e -40% i morti e -9% e -20,2% i feriti), a dimostrazione che le norme introdotte nel corso degli ultimi anni in materia di circolazione stradale hanno portato i loro frutti sul piano della sicurezza. Sempre dal 2010 al 2012 i pedoni morti sulle strade sono stati 1.767 e i feriti 63.222.
Come reagiranno le compagnie assicurative di fronte a questi dati?

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni