89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto a noleggio e per le vacanze: tutto quello che c’è da sapere

pubblicato da il 5 giugno 2013
Assicurazione auto a noleggio e per le vacanze: tutto quello che c’è da sapere

Estate, tempo di vacanze per tanti italiani e di viaggi on the road con auto prese a noleggio o affittate appositamente per il periodo delle ferie. Anno dopo anno, infatti, un numero sempre più ampio di persone sta scoprendo gli innegabili vantaggi (maggior versatilità, maggior spazio a disposizione, miglior comfort di viaggio, maggior risparmio, ecc.) di partire per le vacanze noleggiando o affittando una vettura, lasciando a casa il proprio veicolo. Diventa quindi molto utile, se non assolutamente necessario, conoscere i punti salienti della normativa che regola l’assicurazione delle auto a noleggio o in affitto per viaggi o periodi più o meno lunghi.

Premessa d’obbligo: è importante conservare sempre i documenti del noleggio e tutte le ricevute, soprattutto quelle che vengono consegnate alla fine del rapporto tra il cliente e l’agenzia di noleggio della vettura, in modo da mettersi al riparo da qualsiasi disguido o controversia nel caso si debba ricorrere all’intervento dell’assicurazione.
Detto questo e non prima di aver opportunamente ricordato la differenza tra franchigia e massimale (la prima fa riferimento a quella somma che al seguito di un sinistro rimane a carico del conducente senza copertura dall’assicurazione, l’altra indica invece la somma massima che la compagnia assicurativa paga in caso di incidente), prendiamo in esame le tre tipologie di assicurazione per le auto a noleggio:

  • CDW
  • TPI
  • TW

La CDW, ovvero Collision Damage Waiver, contempla la limitazione di responsabilità per danni al veicolo, la TPI (Third Party Insurance) fa riferimento alla copertura contro terzi, e infine la TW (Theft Waiver) copre il furto del veicolo noleggiato.
Inoltre, durante la stipula dell’assicurazione di un’auto a noleggio, a un certo punto verrà immancabilmente fuori la sigla DER che si traduce come Damage Excess Refund o più semplicemente “rimborso della franchigia” (o esonero franchigia). La DER riduce o rende pari a zero l’ammontare della franchigia da pagare in caso di incidente, dando diritto a un rimborso in denaro, e ha il vantaggio di essere piuttosto economica (dai 5 ai 7 euro giornalieri). La DER però non copre i danni arrecati al telaio, ai vetri, al tetto e ai pneumatici, ed esclude ovviamente alcun tipo di rimborso se i danni sono stati effettuati sotto l’effetto di alcol o stupefacenti, per guida pericolosa, utilizzo improprio del veicolo o se compiuti da conducenti non registrati nel contratto del noleggio come guidatori aggiuntivi.
Chi vuole può arricchire la propria polizza base coprendo eventualmente anche i danni ai passeggeri, al conducente stesso e persino agli oggetti.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni