89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

RC auto, nel 2013 1 italiano su 5 ha cambiato assicurazione

pubblicato da il 10 dicembre 2014
RC auto, nel 2013 1 italiano su 5 ha cambiato assicurazione

Nel 2013 il 17% degli italiani ha cambiato assicurazione, una percentuale piuttosto alta che ha portato il settore delle assicurazioni al secondo posto nella speciale classifica del numero di switching, ovvero il passaggio da un operatore all’altro, appena dietro la telefonia mobile, in testa con il 18%.

Secondo l’indagine effettuata da Il Sole 24ORE, il primato delle assicurazioni (e della telefonia mobile) è dovuto soprattutto alla facilità con cui è possibile accedere ai comparatori online per confrontare e scegliere in pochi istanti le polizze Rc auto più convenienti. Un altro fattore probabilmente decisivo riguarda l'abolizione del tacito rinnovo, che non a caso è entrato a regime proprio dal mese di gennaio del 2013, rendendo più semplice la procedura per cambiare assicurazione.

La percentuale di switching nei settori assicurazioni (17%) e telefonia mobile (18%) è però di gran lunga superiore alla media nazionale, visto che lo scorso anno solo il 10% di consumatori italiani ha cambiato il gestore di un determinato servizio. Lo switching più basso riguarda le utenze elettriche, con un tasso di passaggio di appena il 3,8%, seguite da quelle del gas (5,8%), della telefonia fissa (7%) e dei conti correnti (8%). Molto meglio i mutui: 15% con stime per il 2014 tendenti addirittura al 25-27%, grazie alla forte discesa dei tassi di interesse. In ogni caso le percentuali italiane sono più o meno allineate a quelle degli altri paesi dell’Unione Europea.

La differenza di percentuale tra i vari settori è dovuta ovviamente ai diversi vincoli contrattuali e alla trasparenza delle procedure, oltre che all’effettiva convenienza. Per esempio confrontare e scegliere la migliore polizza Rc auto tramite un comparatore online può far risparmiare fino a 500 euro. Invece sui costi dell'energia elettrica o del gas l’incidenza è minore in quanto gli oneri di sistema (fissi) gravano sulla bolletta per il 50% del costo totale. Inoltre, come ha spiegato Paolo Cazzaniga di Altroconsumo, le bollette sono ancora oscure per buona parte degli italiani e questo non facilita i confronti, per non parlare della diffidenza verso le politiche commerciali dei gestori, giudicate molto aggressive e poco chiare. Per questo è preferibile affidarsi ai comparatori online.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni