02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Raccolta premi assicurativi nel 2011: Generali si conferma prima in Italia

pubblicato da il 26 ottobre 2012
Raccolta premi assicurativi nel 2011: Generali si conferma prima in Italia

L’agenzia di stampa Adnkronos ha diffuso i dati sulla raccolta dei premi lordi di 124 compagnie assicurative italiane riferiti all’anno 2011. Nell’ambito di una flessione generale che ha portato l’ammontare totale dei premi a 111,9 miliardi di euro, con una diminuzione dell'11,6% rispetto al 2010, Generali si è confermata prima impresa di assicurazioni nel nostro Paese, seguita da Fondiaria-Sai e Mediolanum. Quest’ultima ha scavalcato nella speciale graduatoria Poste Vita, scesa in quarta posizione.

Le due battistrada hanno però poco da sorridere poiché lo scorso anno, pur mantenendo la leadership nel settore in Italia, hanno entrambe subito un calo non indifferente dei premi lordi: Generali ha infatti perso il 3,6%, raccogliendo un totale di 66 miliardi di euro, mentre Fondiaria-Sai ha subito un salasso del 16,5%, fermandosi a 10,8 miliardi. In controtendenza Mediolanum, in crescita del +4,6% con 9,55 miliardi raccolti e, seppur lievemente, Poste Vita con un +0,1% e 9,5 miliardi. Bene anche Intesa Sanpaolo Vita che ha registrato un robusto aumento del 9,6% con una raccolta premi di 9,3 miliardi.

Dal sesto al decimo posto troviamo invece Ugf, Allianz (-15%), Cattolica Assicurazioni (-12%), Reale Mutua (+2%) e Aviva Italia (-25%). Pauroso il crollo di Axia Mps che in soli dodici mesi ha visto dimezzare la sua raccolta premi (-55%) precipitando in quattordicesima posizione. L’aggregato Fondiaria-Sai/Unipol ha infine raccolto premi pari a 19,6 miliardi, in flessione dello 10,3% rispetto all’anno precedente.

In definitiva questi numeri mostrano un quadro controverso del panorama assicurativo in Italia. I pochi dati con il segno “più” non riescono infatti a bilanciare le preoccupanti flessioni fatte registrare da gran parte delle più importanti compagnie d’assicurazione, senza contare l’ammontare deficitario dell’intera raccolta dei premi. Quest’ultimo elemento assume una valenza ancor più negativa se aggiungiamo che i proventi da investimenti attribuiti ai rami tecnici sono scesi nel 2011 a 4,2 miliardi, un dato che unitamente ad un aumento degli oneri per sinistri (98,4 miliardi ovvero +7,8%), aggrava il deficit del risultato tecnico a -567 milioni. Urge immediata inversione di tendenza.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni