02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Polizze vita: stop alle detrazioni dopo la cancellazione dell'Imu?

pubblicato da il 4 settembre 2013
Polizze vita: stop alle detrazioni dopo la cancellazione dell'Imu?

Lo stop all'Imu, disposto tramite il Dl n. 102 del 31 agosto 2013 dal titolo “Disposizioni urgenti in materia di Imu, di altra fiscalità immobiliare, di sostegno alle politiche abitative e di finanza locale, nonché di Cig e di trattamenti pensionistici”, solo apparentemente alleggerirà il carico di spesa di una (buona) parte di italiani, visto che per sostenere economicamente la cancellazione dell'odiosa, ma forse necessaria, imposta sugli immobili, sono state introdotte una serie di misure che penalizzeranno altrettanto vaste fasce di cittadini. Fra le tante rischia di far saltare il banco la grottesca situazione in cui potrebbero trovarsi i risparmiatori che hanno stipulato una polizza vita e infortuni prima del 2000.

Tali risparmiatori potevano fino a oggi usufruire, al momento della dichiarazione dei redditi, di una sensibile detrazione dall'Irpef su quanto versato per le suddette polizze. Una politica giustificata dal fatto che le polizze vita e infortuni, con circa sei milioni di sottoscrittori, sono un pilastro del risparmio italiano e giusto lo scorso anno, nel 2012, i premi vita versati alle compagnie avevano toccato quota 69,7 miliardi di euro, di cui 4 miliardi detratti fiscalmente dai contribuenti, mentre per i contratti contro gli infortuni erano stati versati quasi 3 miliardi.

Purtroppo, come ha ben spiegato spiega Lorena Serafinelli, Responsabile assistenza fiscale di Caaf Sicurezza Fiscale della Confesercenti Nazionale, il nuovo decreto prevede invece il dimezzamento della detraibilità delle polizze vita, che passerà dagli attuali 1.291,14 euro a 630 euro per il periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2013, per poi scendere fino a 230 euro, a partire dal periodo d’imposta 2014. Fra un paio di anni, quindi, a meno di ulteriori (e non del tutto improbabili, visto l'andazzo) modifiche sul Decreto Imu, molti contribuenti italiani si ritroveranno a pagare circa 200 euro in più di Irpef e già dal prossimo anno il potenziale aggravio potrà essere di 125 euro.

A essere più penalizzati saranno quei risparmiatori con una polizza sottoscritta prima del 2000 e che quindi possono detrarre dalle tasse l’intero ammontare dei premi versati: diverse polizze stipulate prima di quella data prevedevano infatti un piano di risparmio di lungo periodo con un investimento mensile molto basso. Finora, a renderli vantaggiosi era la detrazione fiscale che consentiva di recuperare quasi integralmente i costi applicati dalla compagnia assicuratrice. Ma dato che con il Dl n. 102 tale vantaggio scompare, a molti sottoscrittori delle vecchie polizze converrà probabilmente rivedere le proprie scelte d’investimento e dirottarle verso altri prodotti finanziari o verso un piano di accumulo più recente.

In questo quadro di restrizioni, le Polizze Temporanee Caso Morte risultano però poco coinvolte, in quanto i loro premi annui sono quasi sempre molto bassi. Infatti l’importo massimo detraibile, fino a ieri di 1.200 € e oggi di 600€, corrispondente al 19% del premio annuo pagato, non viene quasi mai superato.

Facciamo un esempio, comprando una polizza Libera Mente (MetLife) con premio annuo bloccato a 180 € per assicurare un capitale di 200.000 euro in 10 anni, si può detrarre nella dichiarazione dei redditi il 19% per cui il premio effettivo diventa 145,8€, nessuna differenza con il passato in quanto il massimale se pure limitato è bel oltre il valore del premio di questo tipo di polizza vita, che risulta sempre particolarmente conveniente.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni