02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Patente a punti per i minorenni in arrivo con il nuovo Codice della Strada

pubblicato da il 19 agosto 2014
Patente a punti per i minorenni in arrivo con il nuovo Codice della Strada

Novità importante in arrivo sulle strade italiane: il testo unico della legge delega sulla riforma del Codice della Strada, approvato dalla Commissione Trasporti della Camera e che dovrebbe approdare in Aula subito dopo l’estate, prevede infatti la patente a punti anche per i minorenni: ciò significa che i conducenti di ciclomotori non superiori a 50 cc e quadricicli leggeri (le cosiddette minicar) che dispongono della patente AM e quelli di moto e scooter fino a 150 cc., con la patente A1, non solo potranno subire il ritiro, la sospensione o la revoca della patente, ma anche, in caso di violazione delle regole, essere sanzionati con la decurtazione dei punti.

Come riporta una nota dell’Ansa, l’introduzione della patente a punti per i minorenni va verso un maggior rigore nei controlli e nella sicurezza, principio che impronta tutto il nuovo codice della strada in cui è previsto anche l'obbligo di rivedere i limiti di velocità delle strade extraurbane secondo criteri di ragionevolezza e il riordino delle sanzioni.
Previsto inoltre un giro di vite per i conducenti con più di 80 anni di età, che come i neopatentati dovranno guidare vetture a potenza limitata. A questo proposito il Ministero della Salute avrà il compito di adottare linee guida cogenti in relazione alle attività di accertamento dei requisiti psicofisici per il conseguimento e il rinnovo della patente destinate alle commissioni mediche locali e ai medici monocratici.

Il nuovo Codice della Strada conterrà anche alcune norme che metteranno un deciso freno all'uso disinvolto che molti comuni fanno delle multe riscosse per ripianare i buchi di bilancio. Perciò i proventi delle sanzioni per violazioni al CdS saranno destinati per almeno il 15% a un Fondo le cui risorse saranno finalizzate all'intensificazione dei controlli su strada, e per almeno il 20% a un altro Fondo finalizzato a finanziare il Piano nazionale della sicurezza stradale e i relativi programmi attuativi.

Infine buone notizie, una volta tanto, per i neopatentati. Nel primo anno di guida potranno condurre auto che eccedono gli attuali 55 kW/tonnellata se hanno a fianco una persona di età non superiore a 65 anni. In ogni caso l'obbligo di guidare una vettura a potenza limitata potrà avere una durata non superiore a sei mesi quando il conducente neopatentato, nel medesimo intervallo di tempo, non si sia reso responsabile di violazione da cui derivi decurtazione di punteggio.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni