02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Rc professionale: i medici delle ASL esclusi dall’obbligatorietà

pubblicato da il 20 giugno 2014
Rc professionale: i medici delle ASL esclusi dall’obbligatorietà

Nel DDL delega della riforma della Pubblica Amministrazione, approvato lo scorso 13 giugno 2014 dal Consiglio dei Ministri del Governo Renzi, è stata introdotta un’importante novità in merito alla copertura assicurativa dei medici obbligatoria dal prossimo 14 agosto, esattamente un anno dopo gli altri ordini e relative Rc professionali.

Ebbene, l’obbligo di assicurazione non si applicherà ai medici dipendenti pubblici del Sistema Sanitario Nazionale (ASL). Allo stesso tempo sono state introdotte misure per istituire un fondo che supporterà i professionisti sanitari nel pagamento dei premi assicurati, in particolare nei casi in cui i premi siano di ammontare elevato a causa del notevole livello di rischio dell’attività svolta dal professionista. Da non dimenticare, infatti, che ci sono specialisti, soprattutto cardiochirurghi e ginecologi, che ogni anno spendono già oltre 20.000 euro per la polizza privata.

Il DDL delega prevede anche una grande novità per i malati cronici, cioè per gli oltre 14 milioni di italiani che rappresentano il 24% degli assistiti dal Servizio Sanitario Nazionale: una norma inserita nel decreto legge Semplificazioni permetterà infatti di allungare i tempi di validità delle ricette per i malati cronici, che passa dagli attuali 60 giorni a 180 giorni. Niente più file dal medico di famiglia, quindi. Il malato si potrà recare da lui solo una volta ogni sei mesi e potrà farsi prescrivere fino a sei scatole per ogni ricetta, salvo diverse indicazioni di carattere medico.

Altri cambiamenti riguardano la semplificazione delle procedure per il rilascio delle autorizzazioni necessarie per l’apertura di strutture sanitarie, eliminando il parere regionale relativo alla verifica di compatibilità con il fabbisogno sanitario, e l’avvio di una vera e propria rivoluzione sul riordino della governance delle aziende sanitarie, con l’introduzione di una selezione unica nazionale per i direttori generali.

Soddisfatta il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, secondo cui con i provvedimenti approvati all'unanimità dal Consiglio dei Ministri si è fatto un importante passo in avanti nel segno della semplificazione, dell'appropriatezza e delle regole a vantaggio di cittadini ed operatori sanitari.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni