02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Credito dalle assicurazioni: sì dell’IVASS ma niente rischi per i clienti

pubblicato da il 12 luglio 2014
Credito dalle assicurazioni: sì dell’IVASS ma niente rischi per i clienti

Nel corso di un’audizione davanti alle Commissioni Riunite del Senato, il responsabile del Servizio Normativa e Politiche di Vigilanza dell’IVASS, Fausto Parente, ha spiegato il punto di vista dell’Istituto riguardo la recente norma introdotta con il Decreto Competitività, che autorizza le società di assicurazione a concedere finanziamenti diretti alle imprese (ad eccezione delle micro-imprese), esattamente come le banche.

Secondo l’IVASS la norma ha senza dubbio un forte contenuto innovativo, sia per la realtà italiana ma anche a livello europeo, poiché la concessione di prestiti non rientra tra le attività tipiche delle compagnie assicurative, il cui mestiere è quello di valutare, assumere e gestire rischi assicurativi, anziché il rischio di credito. Non va inoltre sottovalutato che l’apertura ai finanziamenti potrebbe recare benefici per le compagnie stesse, a cominciare dall’invitante opportunità di ampliare il ventaglio degli investimenti a disposizione.

Per poter tuttavia realizzare questo e altri benefici occorre presidiare adeguatamente i rischi connessi all’investimento in finanziamenti, in quanto un’apertura totale e indiscriminata agli stessi, potrebbe comportare preoccupanti ricadute per la solvibilità e la stabilità del settore e quindi perdite per gli assicurati.

Per scongiurare questa malaugurata possibilità, l’IVASS chiede quindi che vengano introdotti i seguenti criteri:

  • la selezione dei prenditori dei finanziamenti dovrà essere realizzata da una banca. Poiché il mestiere principale dell’assicuratore è quello di assumere e gestire rischi assicurativi e non quello di valutare il merito creditizio dei potenziali debitori, si ritiene indispensabile il coinvolgimento di una banca per la valutazione del rischio di credito;
  • la banca dovrà trattenere un significativo interesse economico dell’operazione fino alla scadenza. Tale previsione garantisce un pieno allineamento degli interessi che è il presupposto imprescindibile per garantire il successo della norma, pur nel rispetto del diverso contributo a cui gli intermediari assicurativi e bancari sono chiamati.

In conclusione l’IVASS valuta positivamente l’opportunità concessa dal Decreto Competitività, a condizione che l’ingresso delle compagnie assicurative in questo nuovo business avvenga in maniera “controllata”, ossia tenga conto delle peculiarità dell’attività assicurativa e sia accompagnata dai necessari presidi prudenziali.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni