02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

L'Isvap sancisce l’obbligo dei tre preventivi per le polizze Rc Auto

pubblicato da il 25 luglio 2012
L'Isvap sancisce l’obbligo dei tre preventivi per le polizze Rc Auto

Quello della concorrenza tra compagnie di assicurazione è stato finora un miraggio, più che un obiettivo reale. Le difficoltà a cui, specie in certe zone d’Italia, automobilisti e motociclisti devono far fronte al momento di stipulare un contratto per la Rc Auto sono davvero numerose; e anche quando va bene, le cifre da sborsare sono notevoli. Ma con il decreto liberalizzazioni qualcosa sembra poter cambiare.

L’articolo 34, comma 1, del decreto legge 24 gennaio 2012, prevede infatti che “gli intermediari che distribuiscono servizi e prodotti assicurativi del ramo assicurativo di danni derivanti dalla circolazione di veicoli e natanti sono tenuti, prima della sottoscrizione del contratto, a informare il cliente, in modo corretto, trasparente ed esaustivo, sulla tariffa e sulle altre condizioni contrattuali proposte da almeno tre compagnie assicurative appartenenti a diversi gruppi, anche avvalendosi delle informazioni obbligatoriamente pubblicate dalle imprese di assicurazione sui propri siti internet”.

A rendere effettive le direttive del decreto è stato delegato l’Isvap, l’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private, che ha posto in pubblica consultazione sul proprio sito lo schema di regolamento riguardante la materia. L’Isvap ha inoltre messo a disposizione l’indirizzo e-mail regolamentoarticolo34@isvap.it per inviare entro il 25 luglio eventuali osservazioni sul regolamento.

In pratica gli assicuratori e gli intermediari saranno obbligati a proporre, oltre al proprio preventivo, almeno altri tre preventivi personalizzati sulle esigenze e il profilo del cliente, di compagnie appartenenti a gruppi diversi. Non basta l’ammontare del premio, devono essere infatti consegnate anche le note informative che rendano espliciti i contenuti contrattuali.

Per poter redigere queste proposte, tutte le compagnie assicurative sono obbligate a pubblicare sui propri siti informazioni riguardanti le proprie offerte. Ad integrare questa modalità, ci sarà anche la possibilità di utilizzare il servizio “Tuopreventivatore”, presente sul sito dell’Isvap o del Ministero dello Sviluppo Economico. I siti delle imprese e il servizio “Tuopreventivatore” sono le uniche fonti da cui possono essere prese le informazioni. Se gli agenti non seguiranno questa procedura saranno sanzionati. Inoltre se il contratto dovesse essere stipulato senza dichiarazione del cliente che attesta il rispetto della procedura, verrà annullato.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni