89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

In calo le assicurazioni per le vacanze 2012

pubblicato da il 2 agosto 2012
In calo le assicurazioni per le vacanze 2012

La crisi non solo ha convinto molte famiglie a rinunciare al viaggio (-15% rispetto al 2011), ma pur di risparmiare molti connazionali hanno già rinunciato, o sembrano intenzionati a farlo, alla tranquillità che può dare un’assicurazione che copre dai rischi collegati a una settimana trascorsa su una spiaggia tropicale. Questo è quanto emerge dai numeri pubblicati dalla società di statistica Ipsos, sul “Barometro delle vacanze 2012”. Un’indagine realizzata attraverso colloqui telefonici su un campione di 3.500 europei.

Questa stagione insomma non si prospetta delle migliori per gli operatori del comparto. I dati del Barometro mostrano come in generale nel Vecchio Continente siano soprattutto in calo le assicurazioni sulla casa lasciata incustodita nel periodo del viaggio: solo il 60% dei viaggiatori sembra intenzionato ad assicurarsi contro furti o danni (5% in meno rispetto all’anno scorso). Resta invece tra le principali preoccupazioni la salute: due intervistati su cinque infatti pensano di stipulare una polizza per tutelare se stesso o il proprio compagno di viaggio. Il 45 % (in calo di 2% rispetto all’anno prima) pensa di sottoscriverla a favore di un familiare rimasto a casa. Un trend che non fa eccezione in Italia, dove più di quattro persone su cinque sembrano intenzionate a stipulare una polizza sulla salute. In Italia, chi fa calare la media del totale degli assicurati, sembrano essere soprattutto i turisti fai da te.

Se l’assicurazione più richiesta è senza dubbio quella per l’assistenza sanitaria e le cure mediche, subito dopo si posiziona la polizza viaggi per evitare di perdere soldi in caso di annullamento della vacanza e quella che tutela in caso di furto, danneggiamento o smarrimento del bagaglio. Le formule più gettonate sono poi quelle che combinano varie coperture, come la polizza base “medico-bagaglio” o la “multirischi” che copre in aggiunta dagli eventi imprevedibili come per esempio le catastrofi (tsunami, terremoto).

Ma anche quando una polizza non è indispensabile, può capitare di perdere il bagaglio o di dover disdire un viaggio all’ultimo momento. I francesi sono, tra gli europei, i più attenti a tutelarsi da eventuali incidenti legati al viaggio. Più previdenti degli italiani sembrano anche essere gli inglesi e i belgi, la cui preoccupazione maggiore invece è quella di assicurarsi da un’eventuale perdita degli effetti personali.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni