02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Dichiarazione dei redditi 2014: detrazioni assicurazioni

pubblicato da il 12 aprile 2014
Dichiarazione dei redditi 2014: detrazioni assicurazioni

In vista dell’imminente Dichiarazione dei Redditi 2014 è utile e opportuno fare chiarezza sulle possibili detrazioni fiscali e in particolar modo su quelle che riguardano le assicurazioni, anche perché a riguardo sono state recentemente apportate sostanziali modifiche normative. Dopo la cosiddetta Riforma Fornero non è infatti più possibile portare in detrazione le assicurazioni Rc auto, e anche quelle relative al ramo vita e infortuni hanno subito importanti cambiamenti.

Rc auto: in seguito alla Legge 92/2012 è stata quasi completamente annullata la possibilità di ottenere detrazioni fiscali per le spese sostenute in materia di Rc auto. Fino al 2012, infatti, era ancora possibile detrarre la quota dell’assicurazione che veniva versata direttamente al Servizio Sanitario Nazionale per la copertura delle spese sostenute in caso di eventuali sinistri. Ora non più: dal 2013 tale detrazione è possibile solo se la quota versata al SSN supera la cifra di 40 euro. Ma si tratta di un’eventualità assai poco probabile, così come hanno amaramente scoperto lo scorso anno oltre 18 milioni di automobilisti.

Rc moto e Rc autocarri: niente da fare per queste due categorie di veicoli, esclusi completamente dalla possibilità di ottenere una detrazione d’imposta.

Rc professionali: stesso discorso purtroppo per le Rc professionali, che non godono dei pur limitati vantaggi riservati alle Rc auto o alle assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni.

Assicurazioni sulla vita e polizze infortuni: da quest’anno sono detraibili solo i premi derivanti da contratti stipulati o rinnovati entro il 31 dicembre 2000. Per i contratti stipulati dopo quella data, occorre che gli stessi, per essere detraibili, prevedano un premio sul rischio morte, sull’invalidità̀ permanente superiore al 5% e sulla non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani, non bastando più evidentemente il semplice infortunio. L’importo massimo della detrazione sarà però di soli di 630 euro (e scenderà a 530 euro nel 2015). Si tratta di un vero e proprio salasso se pensiamo che fino allo scorso anno la soglia di detraibilità era fissata a 1.291 euro. Tale massimale resta valido soltanto per i premi assicurativi che hanno per oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana.

Per ottenere le detrazioni sopra indicate, è necessario riportare nel modulo 730 i premi per le polizze vita e infortuni pagati nel corso del 2013 (compresi gli eventuali premi di assicurazione riportati al punto 12 del CUD): gli importi corrispondenti devono essere riportati nel quadro E sezione I, casella E12.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni