89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto: controlli automatici su Rc auto e revisione, strada in salita

pubblicato da il 7 gennaio 2016
Assicurazione auto: controlli automatici su Rc auto e revisione, strada in salita

L'annunciata rivoluzione nel mondo dell'assicurazione auto e dell'assicurazione moto con l'entrata in vigore dal 1° gennaio 2016 del controllo automatico delle infrazioni stradali anche per la mancata copertura assicurativa, l’omessa revisione e il sovraccarico, rischia di restare pura teoria ancora per parecchi mesi. L'importante novità, introdotta con un emendamento dell'ultima Legge di Stabilità che ha modificato l'articolo 201 del Codice della Strada, si sta infatti arenando di fronte a numerosi ostacoli di carattere burocratico e organizzativo non facilmente risolvibili in breve tempo.

Il problema principale riguarda l'omologazione degli apparecchi elettronici (autovelox, tutor, telecamere Ztl, ecc.) che dovranno provvedere all'individuazione e alla sanzione delle vetture irregolari. Utilizzati fino ad oggi per multare l'eccesso di velocità, il passaggio con il rosso e altre infrazioni di questo genere, saranno chiamati d'ora in poi pizzicare anche i milioni di furbetti che circolano senza RC auto o senza revisione, ma l'operazione non è così semplice.

Il Sole 24 Ore spiega infatti che per tutte le infrazioni accertabili a distanza occorrono apparecchi che il Ministero delle Infrastrutture deve approvare e omologare specificamente per scongiurare il rischio di errori (e dei conseguenti ricorsi a pioggia). Si tratta però di un processo che dovrà iniziare praticamente da zero e che necessiterà di qualche mese prima di entrare a regime. Anche perché l’affidabilità dei dispositivi attualmente in uso è tutta da dimostrare, visto che alcuni sistemi utilizzati in via sperimentale negli ultimi due anni hanno dato risultati non sempre soddisfacenti.

Un altro intoppo riguarda la vigente norma secondo cui i controlli a distanza sulle strade extraurbane sono possibili solo nei tratti per i quali c’è un’autorizzazione prefettizia. Si tratta ovviamente di una forte limitazione, aggravata dal fatto che i prefetti sono chiamati a decidere sulla base di una direttiva ministeriale prevista dal 2010 ma mai concretamente emanata. Anche in questo caso, quindi, si attendono novità in merito per non indebolire l'intero provvedimento.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni