89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni: tutte le novità in vigore dal 2014

pubblicato da il 8 gennaio 2014
Assicurazioni: tutte le novità in vigore dal 2014

Con il nuovo anno sono entrati in vigore molti provvedimenti che riguardano il settore delle assicurazioni, dalla legge di Stabilità al Milleproroghe, senza dimenticare i nuovi requisiti pensionistici della riforma Fornero. Vediamo dunque, grazie all’aiuto del Sole 24 Ore, quali sono le novità principali e le scadenze da non perdere di vista.

Il primo provvedimento riguarda il raddoppio dei massimali della copertura RC auto per i bus con una massa oltre 3,5 tonnellate e più di otto posti oltre al conducente. Ricorderete che era stata la stessa ANIA a farne precisa richiesta in seguito alle polemiche sorte dopo la tragedia del pullman precipitato da un viadotto sull’autostrada A16 Napoli-Canosa, che aveva causato la morte di 40 persone e il ferimento di una decina. Ebbene, dallo scorso 1° gennaio, in deroga alla normativa UE, i massimali sono stati portati a 10 milioni per i soli danni alle persone. Sono però possibili ulteriori modifiche entro febbraio.

Un’altra novità del 2014 riguarda le tanto attese riduzioni per la RC auto contenute nel pacchetto varato con il piano “Destinazione Italia”. Sono innanzitutto previste polizze con sconti minimi fissati per legge (dal 4 al 10%) per gli automobilisti che accetteranno di farsi montare la scatola nera, e per coloro che in caso di riparazioni o diagnosi di lesioni si rivolgeranno a carrozzieri o medici convenzionati con la compagnia assicurativa. Stabiliti inoltre il termine massimo di tre mesi per denunciare un sinistro, salvo gravi lesioni a persone, una stretta sui testimoni e, infine, un aumento del numero dei giorni a disposizione della compagnia per la perizia dei danni. Queste disposizioni hanno per il momento ottenuto il bizzarro effetto di scontentare tutte le categorie coinvolte, dalle assicurazioni ai carrozzieri.

Nel 2014 ci saranno anche meno sconti fiscali per le polizze rischio morte e infortuni non inferiori al 5%. In sede di dichiarazione dei redditi il limite massimo su cui calcolare la detrazione dei premi passerà infatti da 1.291,14 a 630 euro. Il tetto sconto scenderà ancora nell'anno d'imposta 2014, con effetti quindi nella dichiarazione dei redditi 2015, a 530 euro. Stesse soglie anche per le polizze vita e contro gli infortuni stipulate o rinnovate entro il 2000.

Ultima, ma non meno importante, la direttiva secondo cui dal periodo d'imposta 2014 diremo addio alla deducibilità dalle imposte sui redditi e dall'IRAP per la quota della polizza RC auto che va al Servizio Sanitario Nazionale. La deduzione era stata già limitata dalla legge Fornero alla sola parte che supera i 40 euro, limite che resta in vigore soltanto fino alla dichiarazione dei redditi che presenteremo quest’anno.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni